ABBIAMO ANCHE UN NOSTRO SUBREDDIT 👽, MA PREFERIAMO FEDDIT

Alternative a Google Chrome

Difficoltà: ◉○○○

Aggiornato il: 6 Ottobre, 2022

Se siete arrivati qui è probabile che non ne possiate proprio di più di Google e che stiate cercando delle alternative a Google Chrome. Abbiamo già parlato di Google e dei dubbi che abbiamo su come tratta la nostra privacy. Uno dei motivi che potrebbe avervi spinto qui è che ormai la bramosità di RAM di Chrome è diventata addirittura un meme. Forse non è un caso che Google Chrome, dopo aver letteralmente distrutto la concorrenza, ultimamente stia leggermente perdendo terreno.

Perché cercare alternative a Google Chrome?

Ma ricordiamoci che non è l’unico buon motivo per abbandondare Google Chrome. Purtroppo come si può immaginare Google traccia nei minimi dettagli tutto quello che fate e se avete avuto la pessima idea di loggarvi con il vostro account Google riesce a sapere pressoché tutto di voi. Volete un esempio? Andate a questo indirizzo loggati con il vostro account Google principale. Impressionante vero?

Vi suggeriamo anche la lettura di questo bellissimo fumetto: Contra Chrome (qui anche un nostro articolo in merito). Vi spiega per filo e per segno perché è decisamente stare lontani da Google Chrome. È una lettura semplice e non troppo lunga che consigliamo a chiunque.

La nostra impronta digitale

Prima di andare avanti, inoltre, vi suggeriamo una cosa importante: non salvate le password all’interno di Google Chrome. In questo articolo cerchiamo di spiegarvi bene il perché.

Ricordatevi inoltre di leggere la nostra guida sulle alternative alla ricerca di Google e in generale tutti i nostri articoli sulle alternative a Google così da essere davvero protetti!

Cercheremo di rendere un po’ più sicura la vostra navigazione con queste alternative a Google Chrome, non perfetta di certo anche perché il fingerprinting è sempre in agguato e pressoché impossibile da scongiurare se non utilizzando metodi pro che però non consigliamo generalmente a chi si avvicina per la prima volta a questo mondo.

Qualche curiosità sulla privacy

Se non vi abbiamo ancora convinto, vi presentiamo alcuni giochini online che vi possono aiutare a capire, senza dilungarsi in noiose spiegazioni tecniche, quali sono le potenzialità dei trackerTracker Oltre ai cookie ci sono tanti altri metodi per tracciare il profilo di una persona da parte, ad esempio, dei social network. Il web ne è, purtroppo, disseminato. Maggiori dettagli su Mozilla. e delle pubblicità dei siti che visitate:

  • https://www.nothingprivate.ml/ pensavate di essere anonimi? Mettere un nome su questo sito. Aprite una pagina in incognito e visitate lo stesso sito. Ooops, non siete così invisibili come pensavate!
  • https://clickclickclick.click questo sito (in inglese) vi dimostra in maniera ironica e divertente quante cose si possono sapere di voi mentre navigate un sito. Provate a giocarci un po’!
  • Privacy Chicken – Game questo gioco del Privacy Project vi spiega in maniera semplice come funziona la privacy. Vincere a questo gioco è davvero semplice: basta regalare tutti i propri dati.

Le alternative a Google Chrome

Siamo riusciti a incuriosirvi un po’? Questa guida vuole aiutarvi a scegliere delle vere alternative a Google Chrome, l’elenco sarà suddiviso in due parti differenti: desktop e mobile.

Riassunto in breve: su desktop è consigliato Firefox ma dovrete installare almeno una o due estensioni e ritoccare qualche impostazione. In alternativa Brave è probabilmente la migliore scelta per l’utente medio che non ha voglia o non è capace di installare estensioni in quanto non è necessario modificare alcuna impostazione per migliorarne la privacy.

DESKTOP

Mozilla Firefox

open sourceOpen source (open source vuol dire che il codice sorgente è accessibile a tutti e chiunque può vedere cosa c’è dentro. Leggi anche Software Libero.)
usa un motore differente rispetto Google Chrome
la comunità è molto importante ed è mantenuto da una no profit 1
il primo finanziatore è Google che, grazie ad accordi milionari, rimane come motore di ricercaMotore di ricerca È quello che utilizzate per cercare qualcosa su internet. Alcuni motori di ricerca hanno poi sviluppato anche un loro browser, è il caso di Google con Google Chrome e di DuckDuckGo con DuckDuckGo Browser. Per l’utente finale è generalmente molto comodo associare browser a motore di ricerca e definire un po’ il tutto “internet”. Ma sono due cose differenti. Il browser è un programma, il motore di ricerca è un sistema che vi permette di cercare su internet. predefinito 2

Mozilla Firefox è senz’altro il primo browserBrowser Ultimamente, con Google che fa di tutto e di più, c’è un po’ di confusione. Il browser è il programma che utilizzate per navigare su internet. Può essere Google ChromeFirefoxBraveEdgeSafariDuckDuckGo Browser e via dicendo. Il motore di ricerca è un’altra cosa. che viene in mente a chi decide di trovare delle alternative a Google Chrome sul proprio computer. È infatti un’ottima idea anche se Firefox, di base, ha comunque qualche lacuna. Tutte facilmente aggirabili modificando leggermente le opzioni.

Le estensioni di Firefox

Abbiamo deciso di avere un solo articolo dedicato alle estensioni e alle modifiche su Firefox per evitare che troppi articoli rimangano vecchi e non mantenuti. Potete trovare maggiori informazioni sulle estensioni e sulle eventuali modifiche da fare a Firefox cliccando qui.

CONTRO
Utilizzando tutti questi settaggi la navigazione potrà risultare sicuramente più veloce ma un po’ più macchinosa. Avete però una buona probabilità di non essere seguiti da tracciantiTracker Oltre ai cookie ci sono tanti altri metodi per tracciare il profilo di una persona da parte, ad esempio, dei social network. Il web ne è, purtroppo, disseminato. Maggiori dettagli su Mozilla. vari.

Brave

open source
usa lo stesso motore di Google Chrome
è sviluppato da una società privata
hanno creato una loro criptomoneta con la quale finanziarsi (BAT)
permette di guadagnare BAT da donare agli autori e ai siti web
protezione ottimale senza dover aggiungere alcuna estensione
traduzione automatica nativa
permette di utilizzare la rete Tor

Brave è un browser open source davvero particolare. È basato sul progetto Chromium (da cui, come potete immaginare, deriva Google Chrome). Il suo motore di ricerca predefinito attualmente è Brave Search. Perché diciamo particolare? Perché in realtà Brave vorrebbe cambiare il mondo dei browser e delle pubblicità. Ha al suo interno già un blocco parziale delle pubblicità e dei traccianti. I suoi piani per il futuro sono di, in breve, avere pubblicità autorizzata senza invadere la privacy dei propri utenti con addirittura un programma di compartecipazioni alle entrate (vorrebbero cioè pagarvi per vedere le pubblicità). Il progetto è quindi interessante e da seguire, il browser è veloce e abbastanza sicuro anche così di default senza grossi accorgimenti. Se vi abbiamo convinto potete scaricarlo su brave.com.

Brave non ha i contenitori come Firefox, potete però fare “Crea nuovo profilo” nelle impostazioni. Quel profilo sarà completamente separato da quello principale, anche il fingerprinting lo sarà in quanto Brave in questo è molto attento a questo e lo randomizza ogni volta. Potreste crearvi un profilo ad hoc per ogni sito oppure utilizzarne uno quotidiano ed uno dove vi loggate su tutti i vari siti.

CONTRO
Il progetto ChromiumChromium È un progetto libero sviluppato da Google. Molti dei browser moderni derivano proprio da Chromium. Citiamo i più famosi: Chrome, Brave, Edge, Opera e Vivaldi. purtroppo è di Google e contiene traccianti e continui richiami ai server di Google. Brave dovrebbe averli eliminati tutti e, quando necessari, li ha girati utilizzando i suoi server 3.
Generalmente viene consigliato utilizzare Mozilla Firefox con le giuste configurazioni ed estensioni soprattutto per chi è un po’ esperto. Però non scoraggiatevi, è un ottimo compromesso e se vi piace il sistema Chromium sicuramente Brave è l’opzione che fa per voi. Qui trovate anche una nostra recensione.

LibreWolf

open source
usa un motore differente rispetto Google Chrome
sviluppato dalla comunità
protezione ottimale senza dover aggiungere alcuna estensione
ogni tanto gli aggiornamenti potrebbero essere in ritardo

LibreWolf è infatti un forkFork È lo spin-off di un codice sorgente. In pratica è quando un progetto parte da un codice sorgente per prendere un’altra strada, per qualsiasi tipo di motivo. (cos’è?) di Firefox al quale è stata tolta la telemetria, viene preinstallato uBlock Origin per bloccare le pubblicità ed esce con una serie di impostazioni ben calibrate che proteggono la privacy senza rompere troppi siti. Per ora gli aggiornamenti sono frequenti anche se per Windows non sono automatici. Tuttavia vi basterà scaricare questa estensione e potrete riceverli senza troppi problemi.

CONTRO
È una versione davvero resistente di Firefox e dunque qualche sito vi si potrà comunque rompere. Nella stragrande maggioranza dei casi basta andare in Impostazioni/LibreWolf (about:preferences#librewolf) e disattivare la resistenza al FingerprintingFingerprinting È la nostra impronta digitale virtuale. Ogni computer ed ogni smartphone ne lascia una e proprio come le impronte digitali con questa si può riconoscere un computer in mezzo a milioni. ma sarete, come avrete già intuito, meno protetti dal Fingerprinting cioè sarà più possibile tracciare un vostro profilo anche senza cookieCookie Sono dei minuscoli file di testo che contengono preziose informazioni. Ci sono quelli di prima parte: generalmente innocui e che servono a navigare correttamente il sito. Ci sono poi quelli di terze parti: significa che un dominio diverso da quello che avete visitato vedrà quello che state facendo. Non solo, vi seguiranno poi per tutti i siti che visiterete da quel momento in poi. È il caso delle statistiche e delle pubblicità..

Come suggerito da LibreWolf stessa se siete costretti a disattivarla è bene installare questa estensione (e disabilitarla poi nei siti che vi servono). Il fatto che su Windows gli aggiornamenti non siano ancora automatici può essere poco user-friendly per gli utenti meno avvezzi.
La sincronizzazione con l’account Mozilla va attivata e dovrebbe funzionare senza alcun problema


Vivaldi

usa lo stesso motore di Google Chrome
è sviluppato da una società privata
ha tantissime personalizzazione come calendario e feed RSSRSS Sistema che permette di creare dei flussi aggiornabili di notizie, nuovi articoli, commenti e molto altro di siti senza doverli visitare manualmente uno ad uno. Grazie a dei lettori RSS è possibile quindi rimanere sempre aggiornati senza iscriversi direttamente sui siti. Un esempio di RSS è questo. Un lettore RSS riuscirà a renderlo leggibile anche per l’occhio umano. inclusi
traduzione automatica nativa

Vivaldi ha una storia relativamente recente (nasce nel 2015) e viene alla luce come browser di protesta nei confronti di Opera. Infatti nel 2015 Opera cambia motore di rendering e passa da Presto al motore Blink. Questo passaggio non è stato affatto indolore e molte caratteristiche del browser Opera sono state eliminate. È stato così fondato Vivaldi, un browser con tantissimi possibilità di personalizzazioni (scomparse in Opera) e una decente protezione della privacy. Se siete stanchi di Chromium e Mozilla Firefox non vi fa impazzire date una possibilità al buon Vivaldi. Potreste non pentirvene! In più dalla versione 3.0 vi proteggerà grazie al DuckDuckGo Radar, ottima novità per la privacy e la sicurezza!

CONTRO
È un buon browser e aggiornato settimanalmente. Ma essendo poco utilizzato c’è un po’ il rischio che qualche sito non sia proprio ottimizzato benissimo. Noi consigliamo di provarlo, potrebbe essere amore a prima vista e nel caso qualche sito si rompesse potrete sempre aprirlo con Mozilla Firefox.

Ungoogled Chromium

usa lo stesso motore di Google Chrome
sviluppato dalla comunità
nessun tipo di blocco presente nativamente

Se siete degli amanti dei browser basati su Chromium potreste provare ad utilizzare Ungoogled Chromium. Come avrete intuito si tratta di una versione di Google Chrome alla quale sono stati eliminati tutti i riferimenti ai server di Google. È un browser semplice e senza alcuna estensione installata, né alcun blocco attivo.

Ne esistono di diversi tipi, noi vi consigliamo quello sviluppato da Woolyss.

MinBrowser

open source
usa un motore differente rispetto Google Chrome
sviluppato dalla comunità
protezione buona (ma non perfetta)
non si possono installare molte estensioni

Dopo una segnalazione ricevuta su Mastodon inseriamo anche questo browser per chi vuole provare qualcosa di totalmente diverso dai precedenti. Non lo abbiamo ancora testato a fondo ma per il poco utilizzo fatto fino ad ora sembra promettente soprattutto nella leggerezza e nella velocità. Web Browser Italia assicura che si possono tenere tantissime tab aperte senza subire alcun rallentamento. È un progetto open source e contiene il blocco dei traccianti e delle pubblicità! È multi-piattaforma, ma non è disponibile su Android.

CONTRO
È un browser molto diverso dagli altri e va fatta un po’ di abitudine. Inoltre non c’è la possibilità di aggiungere estensioni oltre quelle preinstallate che per ora sono per i password manager Bitwarden e 1Password. È quindi limitato ma sembra fare bene il suo lavoro.

Tor Browser

open source
usa un motore differente rispetto Google Chrome
mantenuto da una no profit
protezione ottimale senza dover aggiungere alcuna estensione
ottimo per l’anonimato
rete e navigazione molto lenta
alcuni siti potrebbero non funzionare a dovere
permette di utilizzare la rete Tor

Non potevamo concludere questa lista con il browser anonimo per eccellenza. Non vogliamo analizzare il progetto Tor né spiegarvi nei dettagli cosa succede, come succede e perché (lo abbiamo fatto qui, se vi interessa). Sappiate solo che navigando con Tor Browser siete quasi invisibili ed è molto complesso riuscire a risalire a voi. Le raccomandazioni per non lasciare eccessive tracce sono di non usare mai Tor dietro una VPN e di non toccare nulla di nulla dei suoi settaggi. Siete anonimi anche perché tutti i browser utilizzati devono essere identici tra di loro. Non date retta a chi vi dice che si usa solo per attività illegali: serve per rimanere anonimi, serve dunque anche e soprattutto a chi vive in luoghi dove la libertà di espressione è un’utopia. Clicca qui per una nostra guida su Tor Browser.

CONTRO
La rete Tor è lenta, lentissima. Il progetto è eccezionale e garantisce l’anonimato. È sconsigliato per l’utilizzo quotidiano sia perché in qualche modo potenzialmente si può venir “segnalati” in quanto abituale utilizzatore di Tor (i provider sanno che state usando la rete Tor, non possono sapere cosa state guardando) e quindi potreste avere maggiormente gli occhi addosso. Ma queste sono principalmente paranoie, il motivo principale per cui è sconsigliato è la sua, inevitabile, lentezza.

Gli altri browser, tutte le alternative a Google Chrome

Esistono altri browser degni di essere raccontati come alternative a Google Chrome ma che per diversi motivi noi non troviamo interessanti come quelli qui sopra.

  • Dot HQ, è una new entry. È in fase ancora alpha tuttavia sembra molto promettente. È chiaramente open source 4 ed è basato su Gecko, ovvero il motore di rendering di Mozilla. Si possono dunque installare tutte le estensioni di Firefox (sì, anche i container). Non è dunque l’ennesimo clone di Chrome e questo non può che farci enorme piacere. Ha preinstallato un ottimo blocco delle pubblicità e dei traccianti e come motore di ricerca predefinito utilizza DuckDuckGo. Attualmente è disponibile solo per Windows, Linux e macOS. Grazie per avercene parlato sul nostro gruppo Telegram.
  • Opera, ottima alternativa fino a qualche anno ha addirittura una VPN incorporata. Le nuove versioni però sono basate su Chromium. Nasce come browser norvegese ma recentemente è stata venduta a un consorzio cinese con il nome di “Golden Brick Capital Private Equity Fund I Limited Partnership” per 600milioni di dollari. Insomma, noi non ci fidiamo più, piuttosto usate Vivaldi!

ANDROID

Abbiamo deciso di dedicare uno spazio leggermente inferiore agli smartphone perché crediamo che l’utilizzo di un browser semplice senza eccessive personalizzazioni sia il massimo dell’usabilità. Ma soprattutto la maggior parte dei browser suggeriti sono presenti anche nella versione desktop quindi non vogliamo nemmeno ripeterci eccessivamente.

Firefox

Firefox è come sempre il primo suggerimento: è quasi perfetto. Dalle impostazioni si può decidere se cancellare tutta la navigazione all’uscita del browser (scelta che consigliamo). C’è tutto il pacchetto di protezione antitracciamento di Firefox per desktop e si può settare un motore di ricerca personalizzato. C’è ancora qualche pecca ma rimane il nostro primo consiglio! Inoltre potete installare uBlock Origin scelta decisamente consigliata.

In alternativa a Firefox potete scegliere Fennec F-Droid, un Firefox con tutte le caratteristiche del Firefox originale ma dal quale vengono tolti tutti i riferimenti a Mozilla;

Ultima alternativa relativa a Firefox è Mull. Mull non toglie solo la telemetria di Mozilla, ma utilizza le preferenze di Arkenfox-user.js e altre misure di sicurezza del progetto Tor.

Brave

Brave Browser è disponibile anche per Android. Se siete abituati ad utilizzarlo e un’ottima alternativa a Firefox e a Google Chrome.

DuckDuckGo Privacy Browser

In alternativa vi consigliamo DuckDuckGo Privacy Browser (disponibile anche su F-Droid), anonimo e veloce. È un progetto open source 5 ed è sempre pieno di aggiornamenti interessanti. Ultimamente è stata aggiunta una VPN per bloccare i traccianti e la possibilità di usare @duck.com come alias email. Se già utilizzare DuckDuckGo come motore di ricerca allora è la scelta perfetta. Potete anche leggere il nostro articolo.

Privacy Browser

Suggeriamo inoltre l’utilizzo di Privacy Browser, una bella sorpresa che potete trovare su F-Droid e sul Play Store. Un browser veloce ma soprattutto davvero completo per quel che riguarda la privacy, tantissime personalizzazioni per scegliere cosa bloccare e cosa invece no. Qui trovate una nostra recensione.

Bromite

Bromite, un browser Chromium un po’ più difficile da installare rispetto agli altri (non lo si può fare direttamente su F-DroidF-Droid È lo store di cui parliamo più spesso, è come il Play Store di Google ma contiene solo ed esclusivamente applicazioni open source. Installarlo è altrettanto semplice: andate su f-droid.org dal vostro cellulare. Cliccate su “SCARICA F-DROID“. Vi scaricherà un file .apk. Non preoccupatevi, è l’estensione standard di tutte le applicazioni. Cliccate sopra questo file e installatelo. Potrebbe chiedervi di consentire l’installazione da app da fonti esterne perché di suo Android non vuole che utilizzate qualcosa di diverso dal Play Store. Autorizzate e avrete installato F-Droid sul vostro cellulare! ma dovete prima aggiungere il suo repository) ma davvero molto veloce e sicuro. Qui trovate una nostra recensione.

Tor Browser

Ovviamente esiste anche Tor Browser per Android, pratico e rispetta totalmente la privacy di chi lo utilizza.

Kiwi Browser

Kiwi Browser nelle ultimissime versione è attualmente sconsigliato. Dalla versione 98.0.4758.89 1 sono stati inseriti due traccianti tra cui quelli di Google AdMob. Dalla versione 98.0.4758.128 è stato aggiunto addirittura il traccianteTracker Oltre ai cookie ci sono tanti altri metodi per tracciare il profilo di una persona da parte, ad esempio, dei social network. Il web ne è, purtroppo, disseminato. Maggiori dettagli su Mozilla. di Facebook Ads. È pertanto ad oggi sconsigliato a meno che non vi serva un browser che permetta di installare qualsiasi estensione: in questo caso potreste usarlo attivando TrackerControl per bloccare le pubblicità.

  • Citazione necessaria: esiste anche Vanadium, un ottimo browser utilizzabile solamente sul sistema operativo GrapheneOS. È utilizzabile anche su altri smartphone ma è solo per esperti 6.

iOS

Anche per Apple abbiamo deciso di creare una piccola lista, l’essenzialità e la privacy prima di tutto:

Firefox

Anche in questo caso come primo browser suggeriamo Firefox. È Firefox e questa è già una sicurezza, si possono bloccare cookiesCookie Sono dei minuscoli file di testo che contengono preziose informazioni. Ci sono quelli di prima parte: generalmente innocui e che servono a navigare correttamente il sito. Ci sono poi quelli di terze parti: significa che un dominio diverso da quello che avete visitato vedrà quello che state facendo. Non solo, vi seguiranno poi per tutti i siti che visiterete da quel momento in poi. È il caso delle statistiche e delle pubblicità. e traccianti e si può cancellare tutta la sessione in un semplice e rapido tocco! Firefox Focus sembra funzionare meglio per iOS della versione di Android. È veloce e facilissimo da utilizzare.

Brave

Brave Browser è disponibile anche su iOS, se vi piace utilizzatelo pure in quanto è una buona alternativa open source 7.

DuckDuckGo Privacy Browser

Così come per Android suggeriamo anche l’utilizzo di DuckDuckGo Privacy Browser, essenziale e alla portata di chiunque.

SnowsHaze

Vi suggeriamo di provare SnowHaze, un browser anonimo e incentrato sulla privacy. Anche questo completamente open source!

Onion Browser

Anche su iOS è disponibile una versione open source per navigare sulla rete Tor, chiamato Onion Browser.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Trovi la comunità di Le Alternativa su Feddit, su Matrix oppure Telegram.

  1. Mozilla Foundation[]
  2. Google Is Paying Mozilla $450M Per Year To Be The Default Search Engine On Firefox[]
  3. Deviations from Chromium (features we disable or remove[]
  4. Codice sorgente di Dot HQ[]
  5. DuckDuckGo su GitHub[]
  6. Checking out and building Chromium for Android[]
  7. Brave su GitHub[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM