ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM 📣

Alternative a Google Keep

Aggiornato il: 2 Settembre, 2022

State cercando delle alternative a Google Keep? Qui potete trovare tutte le migliori alternative a Google Keep sul mercato, come al solito privilegeremo le alternative open source ma non necessariamente gratuite. Abbiamo già parlato di alternative open source a pagamento come Cryptee e ProtonMail. Come potrete vedere dalla lista che abbiamo stilato per voi la maggior parte delle alternative a Google Keep sono gratuite ed open source ma ce ne sarà una, Standard Notes, che vi chiederà addirittura un investimento quinquennale per la versione premium.

L’open source e le alternative a Google Keep

Noi crediamo che i progetti open source siano importanti, se non fondamentali, per lo sviluppo ed il miglioramento del web. Proprio per questo motivo non dobbiamo sempre necessariamente pensare che open source sia l’equivalente di gratuito perché il lavoro va sempre retribuito. Quindi se avete problemi ad arrivare a fine mese o in generale non navigate proprio nell’oro optate per una versione gratuita. Se guadagnate bene pensate sempre che anche chi sviluppa le vostre app open source sta lavorando, quando possibile quindi date qualcosa ai bravi sviluppatori. Solo così potrà esistere una alternativa open source per tutto!

Dopo questa breve introduzione vi presentiamo la nostra scelta per le alternative a Google Keep, privilegiando le app che funzionano e sincronizzano tutto tra Android ed altre piattaforme.

La tabella comparativa

Ultimissimo appunto che arriva direttamente dal nostro gruppo Telegram. Una pratica e interessante tabella comparativa per avere sottocchio tutte le alternative a Google Keep. Davvero molto utile se state cercando un’alternativa: clicca QUI per vederla.

Le alternative a Google Keep

Standard Notes

open source
crittografia zero-knowledge

Iniziamo questa lista con Standard Notes. Come vi abbiamo anticipato questa alternativa a Google Keep prevede un piano standard gratuito, con delle funzionalità limitate (ma perfette se non vi serve altro che un blocco blocco virtuale). La versione a pagamento prevede un piano quinquennale. Per 2.48$ al mese (in realtà pagherete 149$ ogni 5 anni) aiuterete gli sviluppatori in questo importante progetto con davvero una enormità di opzioni.
Tutte le note di Standard Notes sono criptate e sincronizzate con il vostro account che potrete aprire su Web, su Android, su iOS, su Windows, su Mac ed infine su Linux. In assoluto la migliore alternativa open source a Google Keep!

Carnet

open source

Una alternativa più recente rispetto alle altre, si chiama Carnet ed è davvero la copia esatta di Google Keep ma in versione totalmente open source. Se avete anche Nextcloud potrete addirittura hostarlo su un vostro server, quindi è pressoché perfetto. Esiste la versione Web e la versione Android su Play Store o su F-Droid. In seconda posizione perché non c’è per iOS purtroppo!

TinyList

open source

Un’ottima alternativa a Google Keep. Gratuita ed open source, il suo autore inoltre è molto attivo anche su Reddit. Il pagamento per l’hosting del sito è garantito solo ed esclusivamente dalle donazioni, nessuna pubblicità. Dunque se vi piace il prodotto mi raccomando aiutate il suo sviluppatore! L’abbiamo provato ed è molto semplice ed intuitiva da utilizzare: tramite un codice potrete sincronizzare più device tra loro (nessuna user e password quindi). Inoltre non esistono applicazioni, si fa tutto tramite progressive app. Significa che vi basterà andare sul sito tramite browser ed eventualmente aggiungerlo nella vostra home con l’apposito tasto che comparirà.

Questo video è servito grazie alla piattaforma decentralizzata e open source PeerTube, attraverso l’istanza TILvids. TILvids non raccoglie dati di alcun tipo e non utilizza cookie.

Joplin

open source

Da molti considerata la migliore alternativa a Google Keep sul mercato, è gratuita e completamente open source. Esiste una versione per Windows, una per Mac, una per Linux e sui cellulari c’è sia su Google Play che su App Store. Purtroppo però, e per chi arriva da Google Keep può essere uno svantaggio, non ne esiste una versione accessibile via web. Se venite da Evernote potrete facilmente importare tutte le vostre note. Infine è interessante la lista di plugin che si possono installare per renderla il più completa e personalizzabile possibile: Plugin.

Simplenote

open source

Simplenote è un semplicissimo blocco note online creato dalla società che c’è dietro WordPress.com (e da qualche tempo anche di Tumblr, lo sapevate?), la Automattic. A differenza di Standard Notes le note non saranno crittografate, il sistema però è davvero veloce e semplice da usare. Ad oggi si possono creare solamente note semplici. È un progetto open source, gratuito e si può utilizzare sia via browser che su Android, su iOS, su macOS, su Linux e su Windows.

Notesnook

open source
crittografia zero-knowledge

Un software che promette sicuramente molto bene e open source 1 (vi aggiorneremo sicuramente su questo punto). Crittografia zero-knowledge, grafica accattivante e moderna. Zero traccianti e zero pubblicità. Tutto questo gratuitamente. Per poter poi utilizzare alcune funzionalità aggiuntive come allegati e spazio disponibile illimitati, esportare le note in PDF, HTML e Markdown e molto altro si può sottoscrivere l’abbonamento premium a 48€ l’anno.

Provandola un po’ abbiamo notato una non-perfetta sincronizzazione in tempo reale delle note, sembra quasi sempre necessario dover aggiornare la pagina/la nota per veder apparire le modifiche fatte su un altro dispositivo.
Grazie per avercela suggerito via email!

Boost Note

open source

Stupendo progetto open source 2 e gratuito e con una versione Premium a pagamento. È disponibile e sincronizzabile su tutte le piattaforme: Windows, macOS, Linux, Play Store e anche App Store. Assolutamente da provare!

Screenshot di Boost Note, foto Twitter Boost Note

Noto | Simple Notes App

open source

Ottima applicazione alternativa a Google Keep, minimale e con un bel design moderno. È open source 3 e non contiene alcun tipo di pubblicità. La trovate solamente sul Play Store.

SilentNotes

open source

SilentNotes è una buona alternativa sicura a Google Keep. Purtroppo non ha ancora una sua versione Web, questo per molti potrebbe essere un grosso difetto. Però la sincronizzazione è buona e lo si può utilizzare su Android e su Windows. La sincronizzazione è buona e avviene tramite una chiave segreta che avrete solamente voi. È open source e gratuito.

Omni-Notes

open source

Un’altra alternativa a Google Keep si chiama Omni-Notes, i suoi sviluppatori sono davvero molto attivi e l’app è aggiornata costantemente. È totalmente gratuita ed open source. È piena di feature interessanti, purtroppo però esiste solamente una versione per Android sul Play Store o su F-Droid.

Markor

open source

Terminiamo questa lista con Markor, una alternativa a Google Keep completamente offline ma con moltissime opzioni e un editor avanzatissimo. Quindi se non avete intenzione di sincronizzare le vostre note e avete bisogno di privacy questa app completamente open source è quello che fa per voi, la trovate gratuitamente su Play Store o su F-Droid. Niente iOS!

Orgzly

open source

Su vostro suggerimento arrivato tramite Twitter inseriamo nella lista anche Orgzly, un blocco note open source 4 che può tornare utile agli utenti Emacs (Org-mode). È disponibile sia su Google Play che su F-Droid.

Altre alternative a Google Keep

  • Grazie ad un vostro suggerimento aggiungiamo anche Obsidian. È un’applicazione ancora in versione beta anche se funziona discretamente bene. È gratuita e funziona molto bene con il markdown, nella sua versione a pagamento offre anche la possibilità di sincronizzazione 5;
  • Logseq, un’alternativa che promette molto bene e che ci avete segnalato. Il suo stile ricorda molto Notion e AnyTipe, attualmente è disponibile via web e su F-Droid ma solamente tramite IzzyOnDroid. Il login si può fare esclusivamente via GitHub.
  • altra interessante alternativa, segnalata sul nostro gruppo, è Quillnote. Anche in questo caso parliamo di un’applicazione gratuita e che funziona bene con markdown. Niente sincronizzazione di account ma possibilità di importare ed esportare con semplicità le note;
  • se vi serve qualcosa disponibile solamente su desktop (Windows e Linux) allora potreste provare a dare un occhio anche a Notepack. È open source e molto semplice da usare, non ha cloud ed è focalizzato sulla privacy dell’utente.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

  1. Notesnook su Github[]
  2. Boost Note su GitHub[]
  3. Noto su GitHub[]
  4. Orgzly su GitHub[]
  5. Obsidian Sync is the encrypted sync built into Obsidian[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM