Categorie
Oltre Google

Alternative a Whatsapp

Ci sono molte ragioni per voler stare lontani da Facebook e dalle sue creature, come Whatsapp. In questo articolo analizzeremo tutte le alternative a Whatsapp.

Vogliamo battezzare questa nuova sezione chiamata Oltre Google andando ad analizzare e a cercare delle alternative a Whatsapp. Perché è vero che Google ha il monopolio di tantissimi servizi online ma in alcuni settori, come la messaggistica, non è mai riuscita a sfondare pienamente (pur avendoci provato un sacco di volte, anche recentemente). Abbiamo pensato a quale è il servizio che la maggior parte di noi utilizza maggiormente oltre alla ricerca di Google e probabilmente anche prima di Facebook c’è Whatsapp.

Alternative a Whatsapp e non a Google Hangouts

Potreste chiedervi come mai non cerchiamo delle alternative a Google Hangouts ma cerchiamo alternative a Whatsapp. La risposta potete facilmente immaginarla. Ci interessa darvi delle dritte e delle soluzioni intelligenti ed interessanti per prodotti conosciuti. La nostra non è una battaglia tout-court nei confronti di Google ma una battaglia per una maggiore consapevolezza della propria privacy.

Purtroppo con Whatsapp si entra in una zona difficile che spesso va ben oltre le nostre possibilità. Se i nostri colleghi, il nostro capo, i nostri compagni di scuola utilizzano tutti quanti Whatsapp noi siamo in qualche modo costretti ad utilizzarlo. Questo però non vuol dire che dobbiamo arrenderci subito.

Scegliete un’app tra quelle che vi proponiamo qui sotto e iniziate ad installarla. Successivamente provate a convincere anche solo una persona, magari quella con cui siete più in confidenza. L’unico modo per poter convincere altre persone è che qualcuno inizi davvero ad utilizzare questi prodotti. Alcune delle alternative a Whatsapp funzionano davvero molto bene.

Ma le alternative a Whatsapp sono criptate?

Una delle considerazioni che fanno molti è che Whatsapp in fondo è criptato. È vero. Whatsapp dice che le conversazioni sono criptate end-to-end. Dice però, non c’è nessun modo di provarlo. E non c’è nessun modo per sapere se ci sono delle backdoor create ad hoc per poter comunque controllare i dati scritti e Facebook non è mai stata particolarmente chiara ed onesta con i suoi utenti. Whatsapp d’altronde non ha mai ricevuto un’audit (a differenza di Signal, come vedremo più sotto). Perché dovremmo fidarci proprio ora? Inoltre praticamente tutti effettuano i backup delle chat e nessuno di questi è criptato.

Vogliamo però dar credito a Zuckerberg e poniamo il caso che i messaggi di Whatsapp siano davvero interamente criptati. Purtroppo però non lo è sicuramente tutto il resto. E per tutto il resto intendiamo il numero di volte che avete contattato una persona, il numero di accessi che avete effettuato, quanto vi siete scritti con una persona e per quanto tempo. È anche per questo che abbiamo bisogno di alternative a Whatsapp, possibilmente open source.

L’importanza dei metadata

Insomma può anche essere vero che quello che viene scritto all’interno dei messaggi sia criptato (anche se, come detto, non ci sono le prove e andiamo solo sulla fiducia). Tutto il resto (come i metadata) però è in chiaro e Whatsapp può benissimo triangolarlo con tutte le altre informazioni che ha su di voi. Ricordiamoci infatti che Whatsapp, Instagram e Facebook sono una unica grande famiglia. Come vi abbiamo già raccontato in Alternative a Google Maps ci vuole davvero poco ad analizzare i vostri dati e a scoprire che se vi messaggiate ogni 5 minuti con una persona tutti i giorni e questa persona è sposata (perché lo ha scritto su Facebook!) basta fare 2+2 per capire che magari è la vostra amante. Ecco perché pensiamo che non è importante solo l’open-source ma in mancanza di questo è importante anche una frammentazione della nostra privacy online.

Vi lasciamo infine con le nostre alternative preferite, sono più o meno in ordine di preferenza. Non sempre è facile dire se una applicazione è migliore o peggiore dell’altra. Vi lasciamo però anche un piccolo regalino: questa lista (purtroppo disponibile solo su Google Docs) è davvero molto bella.

Signal – La migliore tra le alternative a Whatsapp

Signal tra tutte le alternative a Whatsapp è forse la migliore. Da quando è stata consigliata da Snowden in persona poi ha avuto un picco di download e siamo in moltissimi ad usarla. I vantaggi di Signal sono molteplici, intanto è completamente open-source. Dietro non c’è nessuna grossa azienda che tenta di spiarvi, di profilarvi, di vendervi cose. È criptata end-to-end, gli unici metadati che Signal conserva è il giorno in cui vi siete connessi al servizio. Tutto il resto come posizione, rubrica, conversazioni e via dicendo non viene conservato in alcun modo. Ultimamente sono stati fatti alcuni aggiornamenti grafici come gli sticker (criptati anche loro!) che la rendono agli occhi dell’utente medio ancora più accattivante. Aggiungiamo che Signal può essere usata per mandare anche SMS (non criptati!) per cui può tornare comodo per chi vuole avere una sola app per tutto.

Ma io non ho nulla da nascondere, perché usare alternative a Whatsapp?

Non lasciatevi ingannare da chi vi dice che solo chi ha qualcosa da nascondere usa Signal. La verità non è tanto che non abbiamo nulla da nascondere ma che non abbiamo nulla da dover mostrare! È un sacrosanto diritto che le nostre conversazioni private rimangano private, nient’altro. Non lasciate che la vostra privacy finisca nelle mani di aziende private con metodi sempre meno chiari.
Inoltre vi segnaliamo che Signal ha ricevuto un Audit nel 2016 e l’ha superato brillantemente.

Non troviamo alcun motivo per non utilizzarla se non ovviamente che non riusciamo a convincere nessuno ad usarla. Iniziate con l’installarla. Potete usarla su Windows, scaricarla dal Play Store. C’è anche la sua versione per iOS.

CONTRO
Principalmente il fatto che siano in pochi ad utilizzarla. In più hanno introdotto l’obbligo di inserire un numero di telefono personale, a noi questa cosa non fa impazzire anche se capiamo che è forse l’unica vero modo per combattere lo spam.

Telegram

Telegram è per molte persone una delle migliori alternative a Whatsapp. In realtà la mettiamo in seconda posizione soprattutto perché è una delle app più utilizzate in Italia dopo Whatsapp. Ha molte opzioni in più rispetto a Whatsapp e a Signal, pensiamo ad esempio ai canali (c’è anche il nostro!) oppure i bot. Telegram è inoltre open-source e scaricabile anche da F-Droid. Ma lato server il suo codice non è pubblico. Inoltre Telegram incentiva l’uso del cloud (anche perché in questo modo si ha un backup delle chat) abilitando come chat predefinita quelle non crittografate end-to-end. Lo stesso discorso vale per i messaggi all’interno dei canali e dei gruppi: sono crittografati ma non end-to-end.

Chat criptate?

L’unico modo per avere una chat criptata end-to-end è chiederla esplicitamente e viene chiamata in italiano come “chat segreta“. Le chat segrete sono interessanti in quanto si possono far autodistruggere e soprattutto non ne viene mai effettuato un backup, in questo modo siete piuttosto sicuri che non ci siano occhi indiscreti. Questa opzione però non è conosciuta da tutti e la maggior parte delle persone utilizza Telegram con le impostazioni predefinite.
Oltre a questo l’azienda nasce in Russia ed ora la sede operativa è a Dubai. Tutte queste piccole cose sommate tra di loro ci fanno dubitare delle sue reali buone intenzioni e della sua sicurezza.
Si può comunque utilizzare comodamente via web oppure potete scaricarla dal Play Store o su F-Droid. Esiste ovviamente anche su iOS.

CONTRO
Lato server non open source e chat non criptate end-to-end di default.

Threema

Sono in pochi a conoscere questa alternativa a Whatsapp. In realtà è un’app molto interessante. È progettata in Svizzera, promettono di essere privacy friendly e di non cedere a terzi nessun tipo di vostro dato, non hanno pubblicità in quanto l’app è a pagamento (attualmente costa 3.99€). Perché ci piace molto? Perché è Svizzera e perché non richiede nessun tipo di numero di cellulare per essere utilizzata! Inoltre il web client è open source e potreste anche hostarlo su un vostro server.
Si può trovare sul Play Store o sull’Apple Store. Inoltre si può anche scaricare l’APK dal loro sito se avete già acquistato una licenza.

CONTRO
Un app di messaggi a pagamento purtroppo è un grosso limite per il suo utilizzo globale. Se però avete qualche amico disposto a usarla è un’ottima alternativa.

Session

Session è una nuova chat di messaggistica davvero interessante. Una delle cose che più ci piace di questa applicazione è il fatto che non viene richiesto alcun numero di telefono per l’installazione. È un’ottima cosa soprattutto di questi tempi dove tutti i social e le app tentano costantemente di targhetizzarci grazie al nostro numero di cellulare (che raramente cambiamo e quindi ci identifica come davvero poche altre cose). Ci piace inoltre perché è open source, gratuita e promette di non tenere nessun tipo di traccia dei metadati. Inoltre utilizza la rete Onion (la stessa di Tor) ed utilizza una crittografia end-to-end. Si può utilizzare sia su Android, che su iPhone che su Desktop. Tutti sincronizzabili tra loro. Se riuscite a convincere qualche amico ad utilizzarla può essere davvero una app di messaggistica ottima da usare!

Riot

In questa lista non poteva mancare Riot, una delle più importanti app di messaggistica istantanea che usa il protocollo Matrix per una comunicazione decentralizzata. È open-source e incentrata totalmente sulla privacy. Le sue chat sono tutte crittografate end-to-end di default. L’abbiamo testata e come app per soli messaggi non è per nulla male.
La potete usare via browser, oppure scaricarla su Android tramite il Play Store o F-Droid. È presente anche sull’App Store!

CONTRO
Purtroppo ogni tanto si blocca ed è consigliata soprattutto a chi è un po’ esperto. Di certo non è user-friendly come Signal.

Tox

Non conosciamo personalmente questa app di messaggistica, ma ne abbiamo sentito parlare ovunque un gran bene. Tox è davvero un app unica, utilizza una tecnologia P2P per cui è pressoché impossibile che i suoi server vadano down per qualunque motivo. E già questo è un vantaggio e un punto di forza non da poco. In più è completamente open-source e offre chiamate e chat criptate.
Tox è disponibile su Windows, su OSX, su Linux, su iOS, sul Play Store e su F-Droid.

CONTRO
Purtroppo ha qualche bug e non ha tutte le funzionalità di Signal ma vale sicuramente la pena dargli un’occhiata ed una possibilità, soprattutto se avete qualche amico/a smanettone per usarla con lui/lei!

Delta Chat

Si tratta di un progetto sperimentale davvero molto interessante. È una applicazione open source che permette di inviare messaggi via email e di trasformarli, visivamente, in una chat. Non ci sono server proprietari, non ci sono tracciamenti e non c’è un controllo centralizzato. Potete inoltre scrivere a chiunque abbia un indirizzo email senza chiedergli di installare questa o quella applicazione. Come dicevamo è ancora in fase di sviluppo ma è molto promettente ed interessante. Leggete accuratamente le loro FAQ (sono in italiano) e se volete fare parte dei test potete scaricarla sul Play Store o su F-Droid. Esiste anche una versione sull’App Store.

Wire

Wire è un app interessante ma è utile soprattutto a progetti aziendali e non molto per un utilizzo privato. Utilizza comunque una crittografia end-to-end ed è anche lei totalmente open-source. Ha ricevuto anche degli Audit indipendenti e questa è sempre una cosa buona. Purtroppo è anche l’unica app tra queste a pagamento. Infatti costa 4€ al mese per ogni utente.
Noi sinceramente non l’abbiamo mai testata in quanto non siamo interessati ad un progetto così grande per una semplice app di messaggi tra amici. Magari però qualcuno può essere interessato ad utilizzarla come alternativa a Skype ad esempio. Oppure consigliarla a qualche datore di lavoro che si ostina a utilizzare Whatsapp per dati sensibili.

CONTRO
Non siamo contrari al pagamento per l’utilizzo dei servizi, in questo caso però se è a pagamento non si può espandere e se non la usa nessuno una app di messaggistica serve a poco.


❤ Aiutaci a condividere privacy ❤

Non vogliamo mettere bottoni, se avete amici che usano solo Facebook, Instagram o Whatsapp condividete con loro l'indirizzo di questa pagina.

CLICCA QUI E COPIA AUTOMATICAMENTE L'URL

I COMMENTI SU REDDIT

Per motivi di praticità e di protezione dei vostri dati abbiamo deciso di non utilizzare un nostro sistema di commenti così da non tenere in alcun modo davvero nessuna traccia di voi. Abbiamo quindi creato una Community su Reddit. Se avete consigli e/o commenti su questo articolo scrivete nel nostro subreddit /r/LeAlternative.

Prima di iscrivervi a Reddit vi consigliamo di leggere la loro Privacy Policy.