Si potrà scegliere il motore di ricerca predefinito su Android

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord

Si potrà scegliere il motore di ricerca predefinito su Android

L'ultimo aggiornamento di questo post è di 4 anni fa

Nel 2018 l’Europa ha multato Google di quasi 5 miliardi di euro per la sua posizione predominante nei motori di ricerca Android. Google ha così deciso di dare la possibilità a tutti gli utenti di scegliere il proprio Motore di ricerca su Android e dal 1 marzo 2020 sarà così.

Quando acquisterete un nuovo cellulare Android potrete scegliere quale Motore di ricerca usare di default, ma non potrete sceglierne uno qualunque. Google si è inventata un’asta a pagamento dove tutti i motori di ricerca potevano partecipare. Ogni Motore di ricerca pagherà una cifra a Google per ogni utente che lo sceglie come predefinito. Quest’asta si ripeterà ogni quattro mesi per dare la possibilità a tutti di partecipare.

Vi sembra una assurdità? Sì, abbastanza. Tanto che Ecosia se ne è tirata fuori boicottando l’asta (sinceri complimenti ad Ecosia).

Vi lasciamo di seguito il link di TheVerge dove leggere l’intera notizia e dove poter anche vedere la posizione nei vari stati europei di tutti i motori di ricerca che hanno partecipato e vinto l’asta. La notizia è che Bing non sarà presente quasi da nessuna parte se non in UK. Stravincono DuckDuckGo, Info.com e Qwant.

Se non sapete quale Motore di ricerca scegliere, leggete il nostro articolo sulle alternative a Google Search.

Vi ricordiamo che se siete alla ricerca di alternative a Google, non solo per quanto riguarda il Motore di ricerca ma se state anche cercando alternative a Google Maps o alternative a Google Translate potete guardare la nostra sezione dedicata o dare un occhio alle alternative oltre Google.

LEGGI LA NOTIZIA SU THEVERGE.COM

Unisciti alle comunità

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord




Se hai trovato errori nell'articolo puoi segnalarli cliccando qui, grazie!

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web Le Alternative