Alternative a Google News, una guida agli RSS

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord

Alternative a Google News, una guida agli RSS

L'ultimo aggiornamento di questo post è di 1 mese fa

Se state andando alla ricerca di alternative a Google News siete nel posto giusto! Per poter trovare una alternativa a Google News però dobbiamo prima fare un passo indietro.
Google News è un aggregatore di notizie, in alcuni Paesi come Francia e Belgio, ma anche Italia, il servizio non è sempre ben visto dagli editori (e, secondo noi, a ragione).

In questo articolo però non vogliamo parlarvi di vere e proprie alternative a Google News perché non ce ne sono di realmente affidabili, etiche e sicure. Una delle più simili a Google News ad esempio è Flipboard ma la loro privacy policy però non è per nulla entusiasmante e tempo fa hanno anche avuto un leak di password e token.

Nel caso stiate cercando delle alternative simili alle “News” che trovate su Google, e non all’app Google News vera e propria, potete provare a dare un occhio alle alternative a Google Search. Quasi tutte hanno la sezione “News” oltre a Web ed Immagini.

Quali alternative a Google News?

Noi non ci fidiamo molto e per questo non ve la consiglieremo. Oggi quindi vogliamo darvi un suggerimento.

Vogliamo andare alla riscoperta dei feed RSS. RSS è il più famoso formato per la distribuzione di contenuti Web. Pressoché tutti i siti hanno feed RSS liberi da poter leggere e utilizzare (anche noi). Con gli RSS potrete seguire tutti i siti che volete senza che loro lo sappiano. Non esistono follower, non ci sono clickbait non ci sono like e commenti. Non ci sono nemmeno algoritmi che scelgono e decidono per voi cosa dovete leggere. Ci siete voi e le notizie dai siti che scegliete voi.

Questo quindi vuole essere un articolo sul confronto di alcuni aggregatori RSS, dove potrete avere in una sola applicazione tutte le notizie dai siti che volete. Ne parleremo anche più avanti ma usando siti come FetchRSS potrete addirittura usare gli aggregatori RSS per leggere i post delle pagine di Facebook o di qualsiasi altro social!

Ma come recupero gli RSS di alcuni siti?

Come detto l’RSS di solito dovrebbe venire esposto ma alle volte è presente anche se saggiamente nascosto. Per esempio alcuni siti molto famosi come Reddit, YouTube, Medium, Pinterest e molti altri hanno un RSS ma è ben nascosto. Su questo sito 1 trovate il modo per recuperare l’RSS su tantissimi siti famosi.

Se siete interessati a questo tipo di alternative potete dare un occhio alla nostra sezione alternative a Google a alla nostra sezione Oltre Google.

Telegram

Prima di iniziare il tour con gli aggregatori di RSS vi diamo l’ultimo utile suggerimento: i canali Telegram. Su Telegram infatti è possibile trovare canali di informazione generalista come ad esempio Ultimora. Oppure potreste cercare i vostri canali preferiti e seguirli. Telegram non è perfetto ma è un buon compromesso al giorno d’oggi.

Brave Today

È stato da poco annunciato Brave Today, un news reader privacy-friendly integrato all’interno del Browser Brave. È un progetto nuovissimo che offre la possibilità di aggiungere dei siti di news al proprio feed personale. Viene utilizzata una loro CDN privata totalmente anonima e nulla di nostro viene passato ai partner. Una interessante alternativa a Google News.

Alternative con sincronizzazione in cloud

Newsblur

Open source
disponibile anche per Apple
sincronizzazione tra dispositivi

Newsblur è un app Open source. È gratuita ma pagando 36$ l’anno potrete avere delle interessanti caratteristiche premium come velocità di aggiornamento dei feed, ricerca ed RSS illimitati. Per 99$ è invece disponibile l’abbonamento Premium Archive che vi permette anche di archiviare per sempre tutte le storie raccolte, senza limiti. Dopo averne provate tante questa è quella che ci ha soddisfatto maggiormente anche se esteticamente è forse quella meno gradevole e accattivante. Su lato tecnico però, secondo noi, è perfetta.

Un’ottima alternativa a Google News, non solo notizie, ma anche Twitter e YouTube!

Su Newsblur potete aggiungere, oltre che a qualunque sito dotato di RSS, anche account Twitter (potreste aggiungere il nostro!), potete aggiungere un qualunque canale Youtube così da essere notificati all’arrivo di un nuovo video senza essere iscritti al canale (e vederlo direttamente dalla app!). Potete salvare le storie che più vi interessano. In più se create un account su FetchRSS potete avere anche i feed delle vostre pagine Facebook preferite. Insomma se usate gli RSS potreste davvero fare a meno di tutto il resto! Qui potete vedere una demo di come potreste vedere le notizie di The Verge, ad esempio.
Si può creare un account e lo si può sincronizzare su tutti i dispositivi utilizzati. Si può leggere via desktop, su Android (anche da F-Droid) e su iOS.

CONTRO
Graficamente è poco accattivante ed è a pagamento (anche se 36$ l’anno sono davvero pochi per questo tipo di app secondo noi).

Feedbin

Open source
disponibile anche per Apple
sincronizzazione tra dispositivi

È un software Open source e libero molto interessante che può anche essere installato in autonomia su un proprio server. Se utilizzate la versione a pagamento (5$ al mese o 50$ l’anno) potete sfruttare il loro server. È una delle alternative più interessanti perché è pensata per essere il più privacy-friendly possibile 2.

Sul loro sito non c’è nessun tracciante, inoltre se utilizzate Feedbin via Browser potrete usufruire di alcuni vantaggi come la possibilità di evitare la connessione a terzi in quanto gli articoli e le immagini sono bypassati da loro. Anche nel caso decideste di leggere l’intero articolo e non solo l’estratto (c’è un tastino apposta per farlo) non darete nessun “click” al sito in questione né il sito saprà che lo avete visitato.

Feedbin è pensato per essere utilizzato principalmente via Browser, anche da smartphone. Per iOS, tuttavia, esiste la loro applicazione ufficiale mentre su Android potete usare applicazioni terze (che però non vi daranno la protezione di cui vi parlavamo sopra).

Ultima cosa: i server, purtroppo, sono negli Stati Uniti.

FreshRSS

Open source
sincronizzazione tra dispositivi

Altra soluzione Open source e molto semplice da self-hostare anche in autonomia. È uno dei migliori lettori di feed RSS ed esiste da più di 10 anni.

È possibile utilizzare, anche gratuitamente, anche dei server preconfigurati da altre persone tra cui anche uno gestito dai Devol.

CommaFeed

Open source
sincronizzazione tra dispositivi

Ogni volta che riproponiamo questo articolo ci arrivano sempre belle sorprese. Ecco che grazie ad un vostro suggerimento su Twitter vi consigliamo anche l’utilizzo di CommaFeed, un aggregatore RSS completamente gratuito e sincronizzabile via web e anche tramite applicazione Android. Molto semplice ma funziona bene. Se vi piace ricordatevi di donare qualcosa!

Inoreader

disponibile anche per Apple
sincronizzazione tra dispositivi

Un altro aggregatore RSS molto interessante è Inoreader. Purtroppo non è Open source come le precedenti, ma è graficamente molto carina e la loro privacy policy non è malvagia. Anche loro permettono di avere gli RSS Twitter e Facebook con un account Premium che però costa 49.99€ l’anno. Nella sua versione Premium ha anche molte altre funzioni come l’integrazione con IFTTT, la traduzione degli articoli e molto altro. Se Newsblur non vi ha convinti potreste provare questo servizio anche se non è Open source. Gli RSS saranno sincronizzati con il vostro account e potrete leggerli online, su Android oppure su iOS.

CONTRO
Non è Open source ed è un po’ più cara di Newsblur.

NetNewsWire

disponibile solo per Apple
sincronizzazione tra dispositivi

Una buona alternativa Open source per gli utenti Apple. NetNewsWire è completamente gratuito, ha una bella grafica e offre anche la sincronizzazione tra vari dispositivi.

Feedly

disponibile anche per Apple
sincronizzazione tra dispositivi

È forse l’alternativa a Google News più professionale e il più apprezzato aggregatore RSS (ha oltre 300mila download sul Play Store). Graficamente si presenta davvero molto bene e le sue funzioni sono davvero avanzate. Purtroppo non è Open source e per avere molte delle sue funzioni come maggiore velocità e poter seguire profili Twitter o Youtube è necessaria una iscrizione annuale di circa 100€. Secondo noi una cifra un po’ eccessiva. Si possono leggere gli RSS sia via web, che su Android o iOS.

CONTRO
Non è Open source e prezzo eccessivo.

Lettori RSS solo in locale, senza sincronizzazione in cloud

Feeder

Open source

Torniamo tra le applicazioni Open source con Feeder, gli sviluppatori di questa app sono molto attivi e ci sono spesso aggiornamenti. È carina graficamente e non richiede nessuna registrazione per essere utilizzata. Proprio per questo motivo però non potrete sincronizzarla con nulla. È molto utile se avete intenzione di seguire gli RSS solo sul vostro Android senza alcun tipo di Tracker e pochissime autorizzazioni. La trovate solo su F-Droid.

CONTRO
Non si può leggere via web e non si può sincronizzare un account.

Flym News Reader

Open source

Attenzione perché sembra che Flym potrebbe non essere più aggiornata. Provate anche Handy News Reader, un Fork di Flym.

Flym è indubbiamente una buona applicazione per aggregare gli RSS. È Open source, ha una grafica carina e si può installare su Android tramite Play Store o tramite F-Droid. Se non avete la necessità di sincronizzare gli RSS (ad esempio per leggerli sia sul pc che sullo smartphone) questa è probabilmente l’app migliore che potete trovare. Non servono iscrizioni né altro. Semplice, veloce e gratuita. Tuttavia non ci risulta che si possano seguire profili Twitter e Youtube come con Newsblur.

CONTRO
Non c’è un lettore web e non si può sincronizzare con un account.

Miniflux

Open source

Ci avete suggerito sia su Twitter che su Telegram questo lettore di RSS minimalista. Lo inseriamo volentieri anche perché è possibile sia self-hostarlo, cioè metterlo su un proprio server, sia usare una versione a pagamento (15$ l’anno). È molto carino e potete anche testarlo prima di eventualmente comprarlo a questo indirizzo. La versione hostata è totalmente privacy friendly, ovviamente.

Nunti

Open source

Una buona alternativa disponibile solamente su F-Droid che ci avete consigliato su Lemmy. È un lettore RSS locale, non potete dunque condividerlo con computer o altri smartphone. È interessante anche perché permette di valutare gli articoli e dopo averne recensiti 50 cambierà l’ordine in cui vi vengono mostrati.

Thud

Open source

È un’alternativa che ci è stata segnalata su Telegram con una grafica davvero affascinante. Esteticamente è infatti forse la più gradevole e moderna di tutte. Tuttavia è davvero un’applicazione molto semplice e con poche opzioni: non ci sembra sia nemmeno possibile importare dei propri feed, per esempio. È anche alla versione 1.0 quindi ha tutto il tempo per aggiornarsi e migliorare. È Open source 3 e la si trova sul Play Store e su F-Droid attraverso IzzyOnDroid.

Conclusioni

Abbiamo terminato le nostre alternative a Google News, anche se in realtà come avete potuto vedere si tratta più di un suggerimento su come riuscire a seguire le notizie senza essere seguiti e senza algoritmi che decidano per noi. Speriamo che queste alternative vi siano piaciute, se volete potete lasciare un vostro commento qui sotto.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi parlarne su Feddit. Feddit fa parte del Fediverso, interagisci con Mastodon, Friendica o altre realtà del Fediverso!
In alternativa vieni a trovarci su Le Alternative | Forum!

  1. Archive[]
  2. Private by Default[]
  3. Thud su GitHub[]

Unisciti alle comunità

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord




Se hai trovato errori nell'articolo puoi segnalarli cliccando qui, grazie!

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web Le Alternative