CI TROVI SU TWITTER 🦜, MA TI CONSIGLIAMO DI SEGUIRCI SU MASTODON 🐘

Le tre migliori alternative alla ricerca di Google

Articolo creato il: 4 Maggio 2020

Aggiornato il: 27 Aprile, 2022

Siete stanchi di essere tracciati in continuazione da Google? Oppure non ne potete più di vedere sempre le stesse risposte alle vostre ricerche? Siete solo curiosi di scoprire se esiste un mondo oltre Google? Ci siamo dilungati molto in precedenza sulle alternative a Google Search, ora con questo articolo in pillole vi segnaliamo i pro ed i contro: le tre migliori alternative alla ricerca di Google.

Come cerchiamo sempre di fare per questa sezione, partiamo subito con le alternative. Più sotto, se siete interessati, un piccolo approfondimento.

Le tre migliori alternative alla ricerca di Google

Di recente abbiamo deciso di aggiornare questo articolo soprattutto per via delle ultime vicende che ci hanno visto coinvolti nostro malgrado: «Vi spiego come Le Alternative è stato deindicizzato da Bing e – attenzione – da DuckDuckGo».

Non è una ripicca la nostra ovviamente e cerchiamo di mantenere una certa neutralità. Tuttavia pensiamo siano necessarie alcune correzioni per permettervi di scegliere al meglio.

Qwant

PRO
motore di ricercaMotore di ricerca È quello che utilizzate per cercare qualcosa su internet. Alcuni motori di ricerca hanno poi sviluppato anche un loro browser, è il caso di Google con Google Chrome e di DuckDuckGo con DuckDuckGo Browser. Per l’utente finale è generalmente molto comodo associare browser a motore di ricerca e definire un po’ il tutto “internet”. Ma sono due cose differenti. Il browser è un programma, il motore di ricerca è un sistema che vi permette di cercare su internet. europeo (Francia)
– rispetta la privacy degli utenti, non tiene mai traccia di nessuna ricerca e non fa profilazione
– ci si può iscrivere per donare soldi a progetti solidali grazie alle ricerche
– mappe su OpenStreetMap
– motore di ricerca dedicato ai bambini (Qwant Junior)
– motore di ricerca dedicato alla musica (Qwant Music)
– ricerche all’interno di news e dei social network
– si può utilizzare !g per cercare direttamente su Google.

CONTRO
– diverse partnership con Huawei non sono viste di buon occhio da molti
– applicano un qualche tipo di censura
– partnership con Microsoft alla quale passano anche alcuni dati pseudoanonimi 1
– in base ad alcuni eventi accorsi (Il Rivoltoso Sconosciuto e «Vi spiego come Le Alternative è stato deindicizzato da Bing e – attenzione – da DuckDuckGo») sembra che utilizzino Bing più di quanto vogliono far credere

DuckDuckGo

PRO
– esiste da molti anni e non ha mai avuto problemi relativi alla privacy
– nessun tracking né profilazione
– nang! Ovvero poter cercare su qualsiasi altro motore di ricerca usando il punto esclamativo. Ad esempio: !g “frase” cercherà “frase” su Google. Qui una lista di tutti i bang!
– instant answer, anche se poco presenti in italiano
– app ed estensioni ben funzionanti ed open sourceOpen source (open source vuol dire che il codice sorgente è accessibile a tutti e chiunque può vedere cosa c’è dentro. Leggi anche Software Libero.)
– raccolgono annualmente donazioni per progetti sulla privacy
– gli annunci si possono addirittura disattivare se vi danno fastidio

CONTRO
– server americani con tutti i problemi del caso (NSA, EARN IT, Five Eyes)
– sono molto anglofoni, le altre lingue non funzionano bene come l’inglese
– utilizza le mappe di Apple
– in base ad alcuni eventi accorsi («Vi spiego come Le Alternative è stato deindicizzato da Bing e – attenzione – da DuckDuckGo») sembra che utilizzino Bing più di quanto vogliono far credere

Startpage

PRO
– utilizza i risultati di Google ma senza il problema del tracciamento e della profilazione
– le ricerche non vengono mai memorizzate
– ha base in Europa (Olanda)

CONTRO
– le ricerche sono solo di Google, non è proprio il massimo se si sta cercando di disintossicarsi da Google
– è stata da poco acquistata da una azienda pubblicitaria

Conclusioni

Queste sono le nostre preferenze, le tre migliori alternative alla ricerca di Google secondo noi. Ne esistono davvero tantissime altre e potete leggere il nostro approfondimento qui. Dovendone scegliere solamente tre abbiamo preferito dare precedenza a quelle che offrono un mix tra usabilità, privacy e servizio offerto.

Se volessimo invece preferire motori di ricerca che stanno provando a creare degli indici indipendenti senza dipendere da Bing o Google allora vi diremmo di utilizzare Presearch oppure Brave Search.

Probabilmente in Italia il motore di ricerca che funziona meglio, dopo Google, è proprio quello di Qwant. Gli altri sono buoni sotto altri punti di vista. DuckDuckGo è difficilmente battibile quando si parla in inglese, ma in Italia è ancora abbastanza lontano dall’essere una alternativa totale a Google.

Se invece avete paura di allontanarvi subito da Google potreste allora provare Startpage, avrete gli stessi risultati di Google ma senza tutto il problema del tracciamento, dei cookiesCookie Sono dei minuscoli file di testo che contengono preziose informazioni. Ci sono quelli di prima parte: generalmente innocui e che servono a navigare correttamente il sito. Ci sono poi quelli di terze parti: significa che un dominio diverso da quello che avete visitato vedrà quello che state facendo. Non solo, vi seguiranno poi per tutti i siti che visiterete da quel momento in poi. È il caso delle statistiche e delle pubblicità., della profilazione e della bolla culturale.

Volete testare un motore di ricerca davvero alternativo? Fate una prova con searx.org, il meta-motore di ricerca open source! Esistono moltissime istanze, cioè persone che gestiscono una loro versione di Searx per voi all’indirizzo: searx.space.

Se questo riassunto vi è piaciuto, vi invitiamo a dare un occhio alle nostre altre alternative in pillole!

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Trovi la comunità di Le Alternativa su Feddit, su Matrix oppure Telegram.

  1. Informativa sulla protezione dei dati[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM