CI TROVI SU TWITTER 🦜, MA TI CONSIGLIAMO DI SEGUIRCI SU MASTODON 🐘

A spasso con la NASA

Aggiornato il: 9 Novembre, 2020

Avete sempre sognato andare a spasso con la NASA? Farvi magari un giretto su Marte per vedere un po’ l’effetto che fa? Grazie ad una collaborazione tra la NASA e Google potete fare una vera e propria esplorazione di Marte a 360°!

Le immagini che vediamo sono infatti tutte ad opera del rover Curiosity, lanciato il 26 novembre 2011 e atterrato su Marte il 6 agosto del 2012. Quello che ci aspetta è un vero e proprio tour a 360°, una audio-guida del pianeta rosso con immagini reali e con tutto quello che la NASA ha interessante da dirci. Ne parliamo perché Access Mars è, oltretutto, un progetto open sourceOpen source (open source vuol dire che il codice sorgente è accessibile a tutti e chiunque può vedere cosa c’è dentro. Leggi anche Software Libero.).

Nel caso il viaggio vi sia piaciuto vi proponiamo anche altri progetti, purtroppo non open source ma comunque decisamente curiosi e in linea con l’argomento. Potreste ad esempio dare un occhio a Exoplanet Exploration, una simulazione sempre della NASA, su come potrebbero apparire gli esopianeti scoperti di recenti. Possiamo dare un occhio ravvicinato al celebre Kepler-16b oppure a 55-Cancri-e dove si cammina sopra un infinito mare di lava incandescente.

A spasso con la NASA

Esiste anche il programma Solar System Treks dove è possibile vedere da molto vicino i corpi celesti del nostro sistema solare con immagini (reali!) a dir poco mozzafiato. Potete limitarvi a vedere le gallerie presenti oppure fare delle vere e proprie esplorazioni spaziali!

Ultimo, ma non per importanza, grazie a questo progetto di SpaceX possiamo manovrare un vero e proprio veicolo spaziale. Quella che userete in questa simulazione è, infatti, l’attuale interfaccia utilizzata dalla NASA per permettere alle capsule di attraccare alla ISS.

Insomma l’unico progetto open source di questo articolo è Access Mars ma ne abbiamo approfittato per parlarvi di altri progetti inerenti che sono comunque davvero a dir poco strepitosi!

Siti di cui abbiamo parlato

Source codeSource code È lo scheletro del programma. È il testo del programma scritto in un linguaggio di programmazione qualunque. Per questo è importante che sia libero ed accessibile a tutti: perché tutti possano controllare cosa c’è scritto dentro. Vorreste abitare in una casa dove l’architetto non vi ha fatto vedere il progetto (e non vuole farlo vedere a nessuno!) ma vi ha detto soltanto: “fidati, so quel che faccio”? di Access Mars

GitHub
GitHubGit Git è un software creato da Linus Torvalds (si, quello di Linux). È il metodo che hanno i programmatori per far “parlare” tra di loro i codici sorgente. È, in sostanza, un software che permette di interagire e di apportare modifiche ai codici sorgenti. Github (che è di Microsoft) e Gitlab non sono altro che degli hosting per questi progetti.

Se l’articolo ti è piaciuto potresti essere interessato ad altre notizie oppure ai nostri esempi pratici!

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Trovi la comunità di Le Alternativa su Feddit, su Matrix oppure Telegram.

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM