SEGUICI ANCHE SU MATRIX 😎

Facebook accusa Apple di proteggere troppo la privacy

È notizia di qualche giorno fa. Con il prossimo aggiornamento Apple al sistema operativo iOS 14, chi sviluppa le app dovrà chiedere un permesso esplicito per ottenere il codice univoco Idfa per seguire le attività dell’utente. Significa che Facebook, ad esempio, prima di aprirsi dovrà mostrare un bel messaggio esplicito in cui vi verrà chiesto: “posso spiarti?“. Parafrasiamo un po’ ovviamente, il messaggio vero e proprio sarà più qualcosa tipo: “autorizzi il permesso a tracciarti fra app di compagnie diverse per poi usare i tuoi dati per fornirti pubblicità personalizzate?”. È facile pensare che in molti, ad una domanda così esplicita, rispondano “no, grazie”. Ecco dunque perché Facebook accusa Apple di proteggere troppo la privacy!

Sembra una battuta, siamo invece molto seri. Il nuovo aggiornamento di iOS è davvero interessante e Apple continua a mostrarsi interessata alla privacy dei propri utenti, quantomeno sulla carta. Non è tutto oro quel che luccica ovviamente. Tutti i sistemi di Apple sono a codice chiuso ed è spesso accusata di avere attitudini anti-competitive 1. Peccato anche per i costi proibitivi dei suoi prodotti anche se a questo molti rispondono che gli smartphone Android costano meno perché Google guadagna con i nostri dati. Non è del tutto errato pensarlo visto che Apple guadagna solo grazie ai prodotti e ai servizi mentre l’85% dei guadagni di Google proviene dalla pubblicità 2.

Facebook accusa Apple di proteggere troppo la privacy

In un recente post, piuttosto surreale, Facebook si scusa con i suoi utenti e con i suoi inserzionisti per essere costretto a rispettare la privacy delle persone nel prossimo aggiornamento iOS 3. D’altronde come sappiamo Facebook è abituata a seguirci pressoché ovunque. Nel blog infatti viene detto che Facebook non raccoglierà più l’Idfa sui device se sarà necessario chiederlo esplicitamente. Questo, secondo Facebook, potrebbe rendere inefficace il loro sistema di pubblicità. Le loro entrate potrebbero andare così male tanto da dover dismettere il loro sistema Audience Network su iOS 14 in futuro.

We know this may severely impact publishers’ ability to monetize through Audience Network on iOS 14, and, despite our best efforts, may render Audience Network so ineffective on iOS 14 that it may not make sense to offer it on iOS 14 in the future.

Citazione da Preparing Audience Network for iOS 14

Una mossa di Apple per riesumare iAd?

Chi può dire se Apple è mossa da reali sentimenti pro-privacy o se la loro è solo l’ennesima mossa per accaparrarsi fette di mercato? Sono solo speculazioni ovviamente ma se davvero Facebook, Google ed Amazon dovessero iniziare a ritirarsi dagli iPhone perché guadagnano troppo poco, ad Apple potrebbe venir voglia di riprovarci con iAd, la loro piattaforma di pubblicità mobile morta nel 2016.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

  1. How Apple uses anti-competitive practices to extort developers and support authoritarian regimes[]
  2. How the Tech Giants Make Their Billions[]
  3. Preparing Audience Network for iOS 14[]

Se ti piace il nostro lavoro da oggi puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

Novità!

Da oggi puoi seguire e soprattutto commentare Le Alternative sul fediverso! Se hai un account Mastodon, Pleroma, Friendica, Hubzilla, PixelFed, SocialHome, Misskey puoi seguire l'autore skariko cercando @skariko@www.lealternative.net.

Dopo averlo seguito potrai trovare i post (non quelli precedenti alla tua iscrizione) e commentarli. Il commento che farai si vedrà automaticamente anche qui permettendo così una grande e bellissima condivisione anche con il fediverso.

TRE ARTICOLI RANDOM