Categorie
Google Oltre Google

Smartwatch alternativi

Cerchi smartwatch alternativi? Non esistono solamente gli Apple Watch e quelli con Wear OS. Un articolo sugli smartwatch: quale scegliere?

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM 📣

I dispositivi indossabili sono sempre più utilizzati secondo una statistica che riguarda gli smartwatch venduti negli Stati Uniti 1. Le loro vendite sono dunque in costante aumento ma non sono ancora così di moda come forse speravano le aziende produttrici. Parliamo soprattutto di quotidianità e di utilizzo tra la gente comune. Ma oltre agli Apple Watch, quali smartwatch alternativi esistono?

La Apple infatti letteralmente domina il mercato degli smartwatch, ma anche gli altri non stanno certo a guardare 2. Alcune aziende hanno deciso di fare un proprio sistema operativo sul quale far girare i propri software, come ad esempio Garmin e Fitbit OS (che ora è di proprietà di Google 3, ne parliamo più avanti).

Sono tutti uguali gli smartwatch?

Molti altri invece hanno deciso di utilizzare Wear OS. Per chi non lo sapesse, Wear OS è la versione del sistema operativo Android progettata per smartwatch. Inizialmente il suo nome era proprio Android Wear, successivamente è stata rinominata in Wear OS. È il caso ad esempio degli smartwatch LG, Misfit, Motorola ed altri.

Samsung invece, dopo aver abbandonato Android, ha iniziato ad utilizzare il sistema operativo Tizen (basato su Linux) per i suoi smartwatch.

Un anno fa, tra gli smartwatch alternativi avremmo citato anche Fitbit, ma adesso è di proprietà di Google. Un lungo ed interessante articolo da parte di EFF (utilizzate Mate Translate per la traduzione) ci spiega i possibili motivi di questa acquisizione. Fitbit è infatti una delle più grandi aziende al mondo di dispositivi indossabili specializzata su tracker e smartwatch che monitorano la salute ed il fitness. Dunque tracciamento della posizione, come e quanto le persone si allenano, la loro frequenza cardiaca ed anche la qualità del loro sonno. Uniamo tutti questi dati a quelli che Google ha già in suo possesso e abbiamo una idea ben precisa del perché Fitbit è stata acquisita. Per qualcuno invece Fitbit sarà una delle tante aziende e dei progetti che Google manderà al camposanto 4. Conoscete già il sito Google Graveyard?

Esistono quindi degli smartwatch alternativi?

Ovviamente la scelta di uno smartwatch dipende anche da quello che state cercando. Ci sono smartwatch per fare chiamate, altri con il GPS per il tracking degli allenamenti. Alcuni monitorano il sonno ed altri fanno solo notifiche del cellulare.
Dunque pensate bene prima cosa volete che faccia il vostro smartwatch per poi prenderne di conseguenza uno adatto al vostro scopo.

AsteroidOS

Il primo nome che ci viene in mente quando parliamo di smartwatch alternativi è quello di AsteroidOS. È un sistema operativo open source 5 basato su Android. È installabile solamente su alcuni smartwatch e bisogna sapere un po’ armeggiare con il computer per riuscire a farlo. Le istruzioni per ogni smartwatch però sono molto chiare e semplici e se avete voglia di perdere un po’ di tempo potreste provarci. Secondo gli autori permette di portare fino a 48h l’autonomia del proprio smartwatch ed include un set di app preinstallate come agenda, allarme, timer e un’app per il meteo.

Bangle.js

È uno smartwatch innovativo, open source 6 e venduto ad un prezzo modico (80€ circa). È totalmente waterproof, ha un GPS ed un rilevatore per il battito cardiaco. Accelerometro con pedometro e una buona batteria da 350mAh. È possibile installare molte applicazioni tutte in JavaScript. Non siamo riusciti a testarlo di persona ma non abbiamo letto commenti negativi in giro. Qui potete leggerne una recensione.

Garmin

I Garmin sono degli ottimi smartwatch e non potrebbe essere altrimenti in quanto sono tra i più costosi in assoluto. Sono però davvero molto professionali e mantengono tutte le promesse che fanno. Non ci è chiarissimo che tipo di sistema operativo abbiano sopra, immaginiamo qualcosa di proprietario e creato ad hoc per tutto il loro ecosistema. Anche se dopo l’attacco di quest’estate un po’ di timore ad utilizzarlo rimane.

Mi Band ed Amazfit

Una citazione anche per i Mi Band, nonostante Xiaomi non si sia certo distinta in passato per essere attenta alla privacy dei propri utenti. Sappiamo però (anche se non l’abbiamo mai testato) che per questi smartwatch esiste Gadgetbridge, una applicazione open source 7 disponibile su F-Droid per controllare il proprio smartwatch. Secondo gli autori di quest’app potete utilizzare gli Amazfit ed i Mi Band senza trasmettere dati ai server delle aziende produttrici! Un ottimo compromesso dunque.

Apple Watch

Così come per le alternative ad Android, anche Apple può essere una alternativa. Purtroppo i suoi prodotti sono tutti a software chiuso e proprietario ma, almeno in linea teorica, il loro business non sono i nostri dati. Se avete già un iPhone, dunque, potrebbe essere la scelta perfetta per voi. D’altronde come caratteristiche tecniche sono davvero tra i migliori smartwatch in circolazione come ad esempio rilevamento cadute, chiamate d’emergenza ed un ECG professionale.

Come anticipato dall’articolo, poi esiste anche Tizen. È un sistema operativo open source 8 ma con alcune parti proprietarie di proprietà Samsung. Dunque non un sistema completamente libero e aperto.
È inoltre esistito anche Pebble, dismesso poi nel 2016. Ora sembra che qualcuno voglia mantenere comunque attiva la comunità, rinominandola in Rebble.
Sappiamo che esiste anche un SailfishOS (di cui abbiamo già parlato) adattato per gli smartwatch. Ma sembra un progetto abbandonato in quanto l’ultimo post è fermo al 2016. Fitbit, infine, era davvero interessante ma ora che è in mano a Google è sicuramente meglio starne alla larga.
Per ultimo vi segnaliamo l’esistenza di un “kit” per sviluppatori prodotto da Pine64, se ne siete interessati date un occhio qui.

  1. Smartwatch devices unit sales in the United States from 2016 to 2020[]
  2. Apple Dominates Global Smartwatch Sales[]
  3. Google buys Fitbit for $2.1 billion[]
  4. Don’t Buy Fitbit[]
  5. AsteroidOS su GitHub[]
  6. Bangle.js su GitHub[]
  7. Source code di Gadgetbridge[]
  8. Source code di Tizen[]

I COMMENTI SU TELEGRAM O SU REDDIT 💬

Per motivi di praticità e di protezione dei vostri dati abbiamo deciso di non utilizzare un nostro sistema di commenti così da non tenere in alcun modo davvero nessuna traccia di voi.
Ci sono principalmente due modi commentare i nostri articoli: potete farlo attraverso il nostro gruppo Telegram.
Oppure sul nostro subreddit /r/LeAlternative.

Prima di iscrivervi a questi canali vi consigliamo di leggere le loro Privacy Policy: Reddit e Telegram



❤ Aiutaci a condividere privacy ❤

Non vogliamo mettere bottoni, se avete amici che usano solo Facebook, Instagram o Whatsapp condividete con loro l'indirizzo di questa pagina.

CLICCA QUI E COPIA AUTOMATICAMENTE L'URL

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative