Categorie
Notizie

Come previsto, DuckDuckGo è sparito dal menù di Android

Come previsto, DuckDuckGo è sparito dal menù di Android per la scelta del proprio motore di ricerca predefinito. Scopriamo insieme perché!

CI TROVI SU TWITTER 🦜, MA TI CONSIGLIAMO DI SEGUIRCI SU MASTODON 🐘

Parliamo oggi di Android e del menù che appare da qualche mese a chi acquista un nuovo smartphone. Abbiamo parlato di questa notizia qualche mese fa. Ve la riassumiamo in breve per chi non si ricorda: Google non è più il motore di ricerca predefinito sui nuovi Android, potrete infatti scegliere da una lista di quattro motori di ricerca quello che preferite. Come fu previsto, però, DuckDuckGo è già sparito dal menù di Android nella scelta del motore di ricerca. Vediamo insieme il perché.

Perché Google permette di scegliere il motore di ricerca? Perché ha ricevuto una multa di 5 miliardi dalla UE per posizione dominante 1. Come fa Google a scegliere quali motori di ricerca gli utenti potranno scegliere? (tenetevi forte)
Ogni tre mesi viene fatta un’asta dove chi offre il prezzo più alto verrà posizionato tra i motori di ricerca da poter utilizzare. A chi vanno questi soldi? Ogni motore di ricerca darà a Google questa cifra per ogni utente che lo sceglie come predefinito.

Google che trolla la UE e gli altri motori di ricerca

Una vera e propria presa in giro, insomma.
Le motivazioni per cui questa è una sciocchezza sono abbastanza chiari: intanto Google continuerà a guadagnare indipendentemente da quale motore di ricerca un utente sceglie.

Inoltre un’asta di questo tipo porta inevitabilmente a delle enormi distorsioni. Difatti chi potrà mai permettersi di pagare di più per essere scelto? Ovviamente chi monetizza maggiormente e probabilmente profila di più gli utenti avrà più possibilità di fare offerte maggiori.

Come previsto, DuckDuckGo è sparito dal menù di Android

Ecosia, uno dei nostri motori di ricerca preferiti, si è tirata fin da subito fuori da questo squallido gioco boicottando l’asta 2. DuckDuckGo ha invece voluto comunque partecipare all’inizio quando i prezzi erano calmierati e in generale perché riteneva corretto che le persone potessero sceglierlo come motore di ricerca predefinito.
L’ultima asta avvenuta pochi giorni fa ha portato, come previsto, a far quasi scomparire del tutto DuckDuckGo tra i motori di ricerca in lista 3 nonostante sia la principale alternativa a Google che gli utenti vorrebbero utilizzare 4.

Se ne siete interessati potete leggere l’approfondimento sul blog principale di DuckDuckGo all’indirizzo spreadprivacy.com.

Non sai l’inglese? Utilizza l’estensione di Mate Translate per tradurre l’intera pagina! Ne parliamo nel nostro articolo sulle alternative a Google Translate.

  1. Antitrust: Commision fines Google €4.34 billion for illegal practices regarding Android mobile devices[]
  2. Google’s auction picks ‘winners’ for Android search[]
  3. Choice Screen Auction Options[]
  4. Search Preference Menu Immediately Increases Google Competitors’ Market Share by 300-800%[]

I COMMENTI SU TELEGRAM O SU REDDIT 💬

Per motivi di praticità e di protezione dei vostri dati abbiamo deciso di non utilizzare un nostro sistema di commenti così da non tenere in alcun modo davvero nessuna traccia di voi.
Ci sono principalmente due modi commentare i nostri articoli: potete farlo attraverso il nostro gruppo Telegram.
Oppure sul nostro subreddit /r/LeAlternative.

Prima di iscrivervi a questi canali vi consigliamo di leggere le loro Privacy Policy: Reddit e Telegram



❤ Aiutaci a condividere privacy ❤

Non vogliamo mettere bottoni, se avete amici che usano solo Facebook, Instagram o Whatsapp condividete con loro l'indirizzo di questa pagina.

CLICCA QUI E COPIA AUTOMATICAMENTE L'URL

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative