SEI SU FACEBOOK? SEGUI LA NOSTRA PAGINA 👍, MA TI CONSIGLIAMO DI USAREMASTODON 🐘

Alternative a LeAlternative.net

Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 2022

Quello che andiamo ad affrontare oggi è un argomento particolare. Il progetto LeAlternative nasce proprio per essere un punto di riferimento tra chi non ne sa nulla e chi vuole imparare qualcosa. Lo scopo del progetto è far diventare virale, per quanto possibile, la privacy online. Renderla un argomento di discussione comune. È per questo che oggi parleremo delle alternative a LeAlternative.net. Cosa significa?

È presto detto: non siamo il primo sito che affronta l’argomento né saremo l’ultimo. Quella che vi andremo a proporre oggi dunque è una lista di siti amici, ovvero di siti che non consideriamo in alcun modo concorrenti ma complementari. Più progetti di questo tipo ci saranno e più probabilità c’è che la privacy diventi argomento comune e non relegato ai confini della nerdosità o della paranoia.

Alternative a LeAlternative.net

Iniziamo con una piccola lista delle alternative italiane. Purtroppo in Italia è ancora un argomento molto di nicchia e le realtà, seppur in aumento, sono scarse. Se conoscete o fate parte di un progetto simile non esitate a comunicarcelo via email o tramite qualunque social network!

  • EticaDigitale: hanno creato l’ambizioso progetto PrivaSì. Una guida per neofiti per capire l’importanza della privacy online che offre alcuni metodi semplici per scoprire cose nuove. Hanno anche un gruppo ed canale Telegram.
  • Libreadvice: guide, articoli e pillole di tecnologie. Diversi articoli interessanti per approfondire l’argomento.
  • Framasoft: non sono italiani, ma il sito è tradotto in italiano. È un’organizzazione no-profit con decine di progetti alternativi attivi ed utilizzabili da chiunque.
  • Get Privacy: un progetto simpatico ed esteticamente molto gradevole. Bastano pochi passi per migliorare la propria privacy online, ecco un esempio semplice da girare ad amici, amiche e parenti!

Questi siti, come il nostro, parlano generalmente ad un pubblico non del tutto avvezzo alla tecnologia che vuole imparare cose nuove. Alcuni siti più famosi sono stati volutamente esclusi: un po’ perché pieni di traccianti e pubblicità, un po’ perché utilizzavano un linguaggio troppo tecnico.

Alternative non italiane

  • Switching.software: semplice ed intuitivo. Alcune alternative etiche, facili da utilizzare e attente alla privacy. Chiaro, semplice ed alla portata di tutti.
  • Ethical Alternatives: anche questo sito, come il precedente, offre alternative veloci ed etiche con piccole descrizioni. Non sembra molto aggiornato ma è senz’altro una risorsa importante.
  • AlternativeTo: un sito da tenere sempre tra i preferiti. Migliaia di alternative scelte, a votazione, dagli utenti del sito. Non è specializzato in alternative etiche ma potete selezionare tra i filtri solo prodotti open source!
  • European Alternative: un sito fatto veramente bene che offre e propone solo ed esclusivamente alternative europee!
  • PrivacyGuides: la comunità che era dietro il sito PrivacyTools si è staccata dal proprietario originale e ha creato un fork del sito con aggiornamenti continui e gestiti dalla comunità stessa attraverso la piattaforma GitHub;
  • PrivacyTools: una volta considerato il sito “per eccellenza”, ora si è separato dalla comunità e viene gestito solo da una persona con alcune scelte opinabili, soprattutto per l’uso forse eccessivo di link affiliati. Rimane comunque una risorsa utile da affiancare a PrivacyGuides;
  • ReverseEagle: abbiamo già parlato di questo progetto con un articolo ad hoc. Offrono alternative etiche agli sviluppatori di software e di siti web! Il progetto è stato abbandonato, si può visitare solo il repository archiviato.
  • No More Google, il nome del sito dice tutto! La differenza con gli altri siti è che in questo le alternative vengono scelte direttamente dagli utenti con un sistema di like e di punteggio. Utile ma prendetelo con le pinze: non cercano alternative etiche ma solo alternative a Google, di qualunque tipo. Tra le alternative a Google Drive infatti spicca Dropbox, non proprio un punto di riferimento per la privacy.

Quelle di seguito, invece, sono siti con toni leggermente più catastrofici e forse più paranoici dei precedenti. Da prendere dunque con le pinze, utili però per farsi un’idea completa.

  • PRISM Break: sito un po’ più paranoico dei precedenti, alcune alternative sono solo per esperti e non sempre facili da utilizzare. Ci sono però tanti consigli utili per Windows, iOS ed Android.
  • Restore Privacy: anche questo è un sito relativamente complesso e un po’ troppo paranoico. Ma in generale offre interessanti ed ottime letture sull’argomento!

Ecco dunque una lista alternative a LeAlternative.net. Se volete continuare a seguirci assiduamente vi aspettiamo anche sul nostro canale Telegram e sul nostro subreddit!

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

Novità!

Da oggi puoi seguire e soprattutto commentare Le Alternative sul fediverso! Se hai un account Mastodon, Pleroma, Friendica, Hubzilla, PixelFed, SocialHome, Misskey puoi seguire l'autore skariko cercando @skariko@www.lealternative.net.

Dopo averlo seguito potrai trovare i post (non quelli precedenti alla tua iscrizione) e commentarli. Il commento che farai si vedrà automaticamente anche qui permettendo così una grande e bellissima condivisione anche con il fediverso.

TRE ARTICOLI RANDOM