SEGUICI ANCHE SU MATRIX 😎

Il browser Vivaldi è open source?

Difficoltà: ◉○○○

Articolo creato il: 12 Marzo 2021

Aggiornato il: 10 Gennaio, 2023

Continuiamo questa rassegna sui browser desktop, dopo avervi parlato di Firefox e di Brave oggi è arrivato il turno di Vivaldi. Cosa rende Vivaldi tanto speciale e soprattutto, una domanda che leggiamo spesso, il browser Vivaldi è open source?

Rispondiamo subito alla domanda del titolo dicendo: no, non del tutto purtroppo. Vivaldi infatti è solo parzialmente open source 1 e questo è principalmente il motivo per cui lo mettiamo in fondo nelle alternative a Chrome. Secondo i loro autori infatti Vivaldi è open source per il 95% del codice. Il 92% proviene da Chromium, il 3% è codice aperto scritto da loro mentre il restante 5% è codice chiuso.

Chromium, lo ricordiamo sempre, è il motore (è una semplificazione, il motore vero e proprio si chiama Blink) open source 2 che sta dietro a browser come Chrome, Brave, Edge e moltissimi altri. In pratica chiunque può creare un browser partendo da Chromium e poi può fare le sue modifiche. Queste modifiche possono essere a codice aperto come fa Brave. Oppure a codice chiuso come fanno Chrome 3, Edge e, appunto, Vivaldi.

Il browser Vivaldi è open source?

Quello che hanno deciso di rendere a codice chiuso, a loro dire per proteggere il loro lavoro ed evitare fork, è la parte relativa all’interfaccia utente. La loro motivazione è semplice: sono una piccolissima realtà che ha fatto un grande lavoro a livello di interfaccia utente. Una delle loro paure è che qualcuno possa riprendere tutto il loro lavoro e utilizzarlo. Questo sembra essere il motivo principale, altre motivazioni potete leggerle qui.

È un atteggiamento che non ci fa impazzire in quanto anche loro non sono partiti da zero ma il loro è un fork proprio del progetto Chromium.

È però comprensibile (e compatibile con la licenza di Chromium) a livello umano e non possiamo che provare la giusta dose di empatia. Vivaldi infatti è un’azienda seria e si è sempre sempre distinta per un’etica attenta ai diritti umani e per la protezione dell’ambiente. E questo è il motivo per cui non lo consigliamo tra i primi browser ma comunque lo citiamo quando si parla di alternative a Chrome.

Immagine di Vivaldi.

Vivaldi e Opera

Il browser Vivaldi infatti è stata fondato da Jon Stephenson von Tetzchner che era il co-fondatore e CEO del browser Opera prima che venisse acquisita da una holding cinese 4, in contrapposizione proprio a quello che Opera stava diventando.

Vivaldi nasceva proprio per essere rivolto agli utenti Opera scontenti del cambio di motore del browser passato da Presto a Chromium. Tuttavia ora anche Vivaldi, come abbiamo detto, è Chromium. Il loro obiettivo però è tentare di far rivivere le caratteristiche che rendevano Opera un browser unico. Vivaldi infatti offre molte caratteristiche esclusive: permette ad esempio di ibernare le schede, creare delle note di quello che si sta leggendo e decine di altre opzioni davvero interessanti.

Il browser Vivaldi non è open source, ma quale è il suo modello di business?

Il modello di business di Vivaldi 5 non è la profilazione degli utenti ma fanno accordi di partnership con i motori di ricerca, come fa ad esempio Firefox con Google 6.

Vivaldi invece ha una partnership con quasi tutti i motori di ricerca tranne che con Google. Attualmente infatti riceveranno una percentuale ogni volta che userete uno di questi motori di ricerca: DuckDuckGo, Qwant, Ecosia, Startpage, Yahoo, Bing e Yandex.

Oltre a questo, quando installate Vivaldi troverete tra i segnalibri alcuni siti come Booking e eBay, ad esempio. Se utilizzate questi siti attraverso quei segnalibri loro ne guadagnano qualcosa.

Vivaldi Mail, Calendar, Feed Reader e molto altro

Il browser Vivaldi nel tempo è diventato pieno di caratteristiche interessanti e pressoché uniche. Ad esempio incorpora un vero e proprio client mail, può essere utilizzato come calendario personale e addirittura come lettore per gli RSS. Ha da poco anche integrato una personale applicazione per seguire qualsiasi server Mastodon (hanno anche un loro server Mastodon) e sicuramente ci stiamo dimenticando qualcosa.

Speriamo di avervi chiarito meglio il perché non inseriamo mai tra le prime alternative Vivaldi ma perché comunque lo includiamo tra i browser a cui dare un occhio nel caso si fosse scontenti di tutti gli altri provati. È vero che parte del suo codice non è open source, tuttavia è un’azienda che si è sempre dimostrata particolarmente attenta all’etica e all’ambiente e non sono mai usciti scandali che ci possono far dubitare particolarmente delle loro intenzioni.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Trovi la comunità di Le Alternativa su Feddit, su Matrix oppure Telegram.

  1. Vivaldi browser and open-source[]
  2. Codice sorgente di Chromium[]
  3. Chrome is based on Chromium, but Google adds a number of proprietary, closed-source bits[]
  4. Opera su Wikipedia[]
  5. What’s Vivaldi’s business model?[]
  6. Mozilla Signs Lucrative 3-Year Google Search Deal for Firefox[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM