Categorie
Notizie

Tutti contro Google FLoC

La nuova sandbox di Google non piace e Google sembra non voler ascoltare le ragioni degli altri player. Oggi sono tutti contro Google FLoC.

Ultimo aggiornamento articolo: 28 Aprile, 2021

SEGUICI ANCHE SU MATRIX! 😎

Il nuovo progetto di Google per proteggere la privacy (a modo loro) chiamato Google Sandbox non piace proprio a tutti. Se non sapete cosa sia Google FLoC vi invitiamo a leggere il nostro articolo Cos’è Google FLoC? In breve: Google vuole eliminare i cookie di terze parti per sostituirli con un sistema di coorti sviluppato da loro. Al posto di ascoltare i dubbi degli esperti sulla privacy Google sta facendo di testa sua portando dunque tutti contro Google FLoC.

La prima ad essere contraria è la Electronic Frontier Foundation con l’articolo Google’s FLoC Is a Terrible Idea tradotto in italiano da Trentanove – La rete che verrà e ospitato anche da noi grazie alla licenza Creative Commons. Sempre la EFF ha anche creato un tool automatico chiamato Am I FLoCed? dove potrete scoprire se il vostro Chrome fa parte del trial sperimentale. Infatti lo 0.5% di utenti di alcuni Stati sta già sperimentando, inconsapevolmente, questo nuovo sistema.

La sperimentazione di Google FLoC

In Italia la sperimentazione non è (ancora) partita per ora infatti il test è solo per gli utenti che vivono in Australia, Brasile, Canada, India, Indonesia, Giappone, Messico, Nuova Zelanda, Filippine e Stati Uniti. Tenetevi da parte questo link però perché presto o tardi arriverà anche in Italia e se usate Chrome o un browser basato su Chromium potrebbe tornarvi utile.

Chromium, per chi non lo sapesse, è il progetto open source creato da Google 1 su cui si basa Chrome e molti altri browser 2.

Tutti contro Google FLoC

Oltre alla EFF, Google si è attirata ovviamente anche altri nemici.

DuckDuckGo ha già annunciato 3 di bloccare il sistema di identificazione tramite Google FLoC grazie alla sua estensione. E anche il browser Brave, che ricordiamo essere un fork di Chromium, ha di recente pubblicato un post dove avvisa che il codice riguardante FLoC è già stato rimosso dalle sue applicazioni nightly (sono quelle che arrivano prima delle beta) desktop e Android 4.

Diversi siti, inoltre, hanno già tolto i permessi a Google FLoC di raccogliere dati attraverso il proprio sito inserendo il seguente codice nelle Permissions-Policy HTTP response header:

Permissions-Policy: interest-cohort=()

I siti di DuckDuckGo, Brave, The Markup, The Guardian e anche tutte le GitHub Pages 5 ad esempio l’hanno già fatto. E, ovviamente, anche noi.

Edge e Vivaldi

Non è finita qui ovviamente, quando diciamo che tutti sono contro Google FLoC intendiamo davvero chiunque. Oltre Brave anche Vivaldi (altro fork di Chromium), ha deciso di eliminare FLoC dal suo browser 6.

Secondo questo articolo di The Verge anche altri browser basati su Chromium, come Opera, disattiveranno FLoC dai loro browser. Anche Edge non ne è particolarmente entusiasta 7.

Anche WordPress contro FLoC?

Se in questi giorni avete letto in giro che WordPress bloccherà FLoC di default sappiate che non è vero.

La notizia vera, senza clickbait, è che la comunità di WordPress sta discutendo una proposta 8 per disabilitarlo di default e solo chi vuole dovrebbe poterlo attivare 9. La discussione, però, è ancora in atto e il proprietario di WordPress.com ha detto:

Contrary to headlines, “WordPress” hasn’t made any decisions or changes yet with regards to #FLoC. It is more correct to say there is a proposal from a WP contributor to block FLoC by default.

Matt Mullenweg su Twitter

Avete WordPress e volete già disabilitarlo senza aspettare la decisione? Potete utilizzare questo plugin (grazie per il suggerimento arrivato su Telegram) oppure inserire nel file functions.php le linee di codice che trovate qui.

Stessa cosa per quanto riguarda l’autore dell’estensione uBlock Origin sembra essere della stessa idea. Verrà creato un filtro ad hoc proprio per bloccare FLoC 10.

Seguiremo con attenzione questa nuova guerra tra browser. Troviamo possa essere un nuovo spartiacque per i cambiamenti. Se Chrome e pochi altri rimarranno gli unici browser a tracciare gli utenti e a mostrare le pubblicità (uBlock potrebbe non funzionare più su Chrome 11 e già ora funziona meglio su Firefox 12) molte persone potrebbero voler cambiare browser. E in questo caso Firefox e Brave devono assolutamente farsi trovare trovare pronti.

Brave, per chi avesse il dubbio essendo un fork di Chromium, non si porta dietro questi problemi. Il suo scudo è incluso nel browser e non segue dunque i capricci di Google.

  1. Chromium su Wikipedia[]
  2. Browsers based on Chromium[]
  3. Use the DuckDuckGo Extension to Block FLoC, Google’s New Tracking Method in Chrome[]
  4. Why Brave Disables FLoC[]
  5. GitHub Pages: Permissions-Policy: interest-cohort=() Header added to all pages sites[]
  6. No, Google! Vivaldi users will not get FLoC’ed.[]
  7. Nobody is flying to join Google’s FLoC[]
  8. Proposal: Treat FLoC like a security concern[]
  9. WordPress may automatically disable Google FLoC on websites[]
  10. Block Floc checks in Chrome/uBO[]
  11. Chrome extension manifest v3 proposal[]
  12. uBlock Origin works best on Firefox[]

❤ Aiutaci a condividere privacy ❤


💬 COMMENTA SU TELEGRAM, MATRIX O REDDIT 💬

Per motivi di praticità e per non tenere in alcun modo traccia di voi abbiamo deciso di non utilizzare un nostro sistema di commenti.

Avete tre modi per commentare i nostri articoli e per parlare con noi: potete farlo attraverso il nostro gruppo Telegram, nella nostra nuova stanza Matrix oppure su Reddit.

Prima di iscrivervi a questi servizi vi consigliamo di leggere le loro Privacy Policy: Reddit, Matrix e Telegram


Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative