Categorie
Browser

Kiwi Browser

Continuiamo a parlare di browser per Android. Questa volta è il turno di Kiwi Browser, un buon browser per Android open source ed europeo.

HAI INSTAGRAM? SEGUI IL NOSTRO PROFILO 📸, MA TI CONSIGLIAMO DI SEGUIRCI SU TELEGRAM 📣

Torniamo nuovamente a parlare di browser per Android. Dopo avervi consigliato l’utilizzo di DuckDuckGo Privacy Browser, Privacy Browser, Fennec, Firefox Focus e il mitico Bromite. Oggi è il turno di un altro browser open source 1 chiamato Kiwi Browser.

Ne parliamo per diversi motivi. Uno di questi è il fatto che fino all’anno scorso non era un browser con codice aperto, dunque ci sono ancora molte persone che magari hanno letto vecchi articoli e credono che non lo sia. Il codice invece è stato rilasciato ed è disponibile su GitHub da diversi mesi.

Kiwi Browser

Kiwi Browser è un discreto browser per Android, con i suoi pregi ed alcuni difetti. Partiamo con il dire che il browser non contiene nessun tracciante né proprietario né di terze parti. All’interno della loro privacy policy 2 infatti scrivono:

No SDK for analytics are installed in the application.
Location of the user is not collected and is not sold to third-party.Browsing activity is not collected.

Privacy policy di Kiwi Browser

Questo ci viene confermato anche dall’analisi di Exodus Privacy 3 e dal nostro controllo 4 effettuato con TrackerControl.

Questo video è servito grazie alla piattaforma decentralizzata e open source PeerTube, attraverso una delle istanze italiane: PeerTube.uno. PeerTube non raccoglie dati di alcun tipo e non utilizza cookie.

Molti pregi e alcuni difetti

Un altro indubbio pregio è che permette l’installazione di estensioni, una qualità davvero rara nei browser basati su Chromium. Supporta anche la Night Mode e permette di avere la barra di navigazione in basso al posto che in alto, molto comoda per gli smartphone molto grossi e difficili da tenere in mano.

Kiwi Browser ha anche un buon adblock integrato, disattivato però di default. Dunque se volete eliminare le pubblicità andate in Impostazioni Annunci e attivatelo.

È, infine, un browser europeo prodotto e sviluppato in Estonia 2.

I punti di forza sono dunque molti come vedete, non è quindi un browser da sottovalutare.

Una delle critiche che ci viene da fare è che appena installato richiede molte connessioni a siti terzi come Amazon, Google, Facebook e Instagram. Questo accade perché nella home principale vengono inseriti diversi preferiti che vengono contattati ogni volta che si apre il browser. Il nostro consiglio dunque, appena si installa Kiwi Browser, è quello di eliminare tutti i siti che vedete nella lista.

Come guadagna Kiwi Browser?

Una domanda molto importante è: ma come guadagna Kiwi Browser?

Stando alla loro privacy policy guadagnano solo attraverso l’affiliazione con i motori di ricerca raccomandati 2. Al momento della nostra installazione il motore di ricerca predefinito e raccomandato era Yahoo!. Questo significa che se lo lasciassimo attivo i suoi sviluppatori guadagnerebbero qualcosa dalle nostre ricerche.

Insomma è un browser per Android molto interessante, sembra sulla buona strada e se vi trovate bene può essere sicuramente un buon sostituito di Chrome.

  1. Codice sorgente su GitHub[]
  2. Privacy Policy[][][]
  3. Rapporto Exodus Privacy[]
  4. Analisi TrackerControl[]

❤ Aiutaci a condividere privacy ❤


💬 COMMENTA SU TELEGRAM, MATRIX O REDDIT 💬

Per motivi di praticità e per non tenere in alcun modo traccia di voi abbiamo deciso di non utilizzare un nostro sistema di commenti.

Avete tre modi per commentare i nostri articoli e per parlare con noi: potete farlo attraverso il nostro gruppo Telegram, nella nostra nuova stanza Matrix oppure su Reddit.

Prima di iscrivervi a questi servizi vi consigliamo di leggere le loro Privacy Policy: Reddit, Matrix e Telegram


Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative