HAI INSTAGRAM? SEGUI IL NOSTRO PROFILO 📸, MA NOI PREFERIAMO PIXELFED

Kiwi Browser

Aggiornato il: 22 Aprile, 2022

ATTENZIONE: Kiwi BrowserBrowser Ultimamente, con Google che fa di tutto e di più, c’è un po’ di confusione. Il browser è il programma che utilizzate per navigare su internet. Può essere Google ChromeFirefoxBraveEdgeSafariDuckDuckGo Browser e via dicendo. Il motore di ricerca è un’altra cosa. nell’ultima versione non è attualmente consigliato. Dalla versione 98.0.4758.89 1 sono stati inseriti due tracciantiTracker Oltre ai cookie ci sono tanti altri metodi per tracciare il profilo di una persona da parte, ad esempio, dei social network. Il web ne è, purtroppo, disseminato. Maggiori dettagli su Mozilla.: Google AdMob e dalla versione 98.0.4758.128 è stato anche aggiunto il traccianteTracker Oltre ai cookie ci sono tanti altri metodi per tracciare il profilo di una persona da parte, ad esempio, dei social network. Il web ne è, purtroppo, disseminato. Maggiori dettagli su Mozilla. di Facebook Ads. Pertanto non ne è raccomandato l’utilizzo. L’intero articolo contiene quindi informazioni obsolete da aggiornare: si consiglia l’utilizzo di altri browser.

Torniamo nuovamente a parlare di browser per Android. Dopo avervi consigliato l’utilizzo di DuckDuckGo Privacy Browser, Privacy Browser, Fennec, Firefox Focus e il mitico Bromite. Oggi è il turno di un altro browser open sourceOpen source (open source vuol dire che il codice sorgente è accessibile a tutti e chiunque può vedere cosa c’è dentro. Leggi anche Software Libero.) 2 chiamato Kiwi Browser.

Ne parliamo per diversi motivi. Uno di questi è il fatto che fino all’anno scorso non era un browser con codice aperto, dunque ci sono ancora molte persone che magari hanno letto vecchi articoli e credono che non lo sia. Il codice invece è stato rilasciato ed è disponibile su GitHub da diversi mesi.

Kiwi Browser

Kiwi Browser è un discreto browser per Android, con i suoi pregi ed alcuni difetti. Partiamo con il dire che il browser non contiene nessun tracciante né proprietario né di terze parti. All’interno della loro privacy policy 3 infatti scrivono:

Questo ci viene confermato anche dall’analisi di Exodus Privacy 4 e dal nostro controllo 5 effettuato con TrackerControl.

Come spiegato a inizio articolo attualmente Kiwi Browser è sconsigliato per l’aggiunta di tre traccianti.

Questo video è servito grazie alla piattaforma decentralizzata e open source PeerTube, attraverso una delle istanze italiane: PeerTube.uno. PeerTube non raccoglie dati di alcun tipo e non utilizza cookieCookie Sono dei minuscoli file di testo che contengono preziose informazioni. Ci sono quelli di prima parte: generalmente innocui e che servono a navigare correttamente il sito. Ci sono poi quelli di terze parti: significa che un dominio diverso da quello che avete visitato vedrà quello che state facendo. Non solo, vi seguiranno poi per tutti i siti che visiterete da quel momento in poi. È il caso delle statistiche e delle pubblicità.. Tuttavia è importante che tu sappia che eseguendo questo video potresti rivelare a terzi il tuo indirizzo IP.

Molti pregi e alcuni difetti

Un altro indubbio pregio è che permette l’installazione di estensioni, una qualità davvero rara nei browser basati su Chromium. Supporta anche la Night Mode e permette di avere la barra di navigazione in basso al posto che in alto, molto comoda per gli smartphone molto grossi e difficili da tenere in mano.

Kiwi Browser ha anche un buon adblock integrato, disattivato però di default. Dunque se volete eliminare le pubblicità andate in Impostazioni Annunci e attivatelo.

È, infine, un browser europeo prodotto e sviluppato in Estonia 3.

I punti di forza sono dunque molti come vedete, non è quindi un browser da sottovalutare.

Una delle critiche che ci viene da fare è che appena installato richiede molte connessioni a siti terzi come Amazon, Google, Facebook e Instagram. Questo accade perché nella home principale vengono inseriti diversi preferiti che vengono contattati ogni volta che si apre il browser. Il nostro consiglio dunque, appena si installa Kiwi Browser, è quello di eliminare tutti i siti che vedete nella lista.

Come guadagna Kiwi Browser?

Una domanda molto importante è: ma come guadagna Kiwi Browser?

Stando alla loro privacy policy guadagnano solo attraverso l’affiliazione con i motori di ricerca raccomandati 3. Al momento della nostra installazione il motore di ricercaMotore di ricerca È quello che utilizzate per cercare qualcosa su internet. Alcuni motori di ricerca hanno poi sviluppato anche un loro browser, è il caso di Google con Google Chrome e di DuckDuckGo con DuckDuckGo Browser. Per l’utente finale è generalmente molto comodo associare browser a motore di ricerca e definire un po’ il tutto “internet”. Ma sono due cose differenti. Il browser è un programma, il motore di ricerca è un sistema che vi permette di cercare su internet. predefinito e raccomandato era Yahoo!. Questo significa che se lo lasciassimo attivo i suoi sviluppatori guadagnerebbero qualcosa dalle nostre ricerche.

Insomma è un browser per Android molto interessante, sembra sulla buona strada e se vi trovate bene può essere sicuramente un buon sostituito di Chrome.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Trovi la comunità di Le Alternativa su Feddit, su Matrix oppure Telegram.

  1. Kiwi on Exodus[]
  2. Codice sorgente su GitHub[]
  3. Privacy Policy[][][]
  4. Rapporto Exodus Privacy[]
  5. Analisi TrackerControl[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM