ABBIAMO ANCHE UN NOSTRO SUBREDDIT, TI ASPETTIAMO! 👽

Test della privacy online

Torniamo a parlare un po’ di esempi pratici, agganciandoci ad alcuni post fatti sul nostro canale Telegram @LeAlternativeFresh che vi consigliamo di seguire soprattutto se vi piacciono questo tipo di curiosità. Abbiamo trovato alcuni test della privacy online (no, non parliamo del nostro test) creati da uno sviluppatore che si firma con lo pseudonimo z0ccc e si possono vedere i suoi lavori su GitHub.

Abbiamo pensato di parlarne anche qui sul sito perché ci sembrano dei tool così interessanti che sarebbe davvero un peccato venissero persi tra un post e l’altro. I due tool creati da z0ccc sono davvero ottimi per capire meglio come funziona internet e per capire cosa possono conoscere di noi i browser quando navighiamo. Sono infatti moltissime le informazioni che ci portiamo dietro, spesso inconsapevolmente, durante la navigazione.

Test della privacy online: Vytal

Partiamo dal primo tool, si chiama Vytal e potete provarlo utilizzando il tasto qui sotto.

Cosa fa questo test? Ricorda molto il test che abbiamo già conosciuto in passato: essere anonimi online? Anche in questo caso infatti vi verranno svelati diversi dati del vostro browser (e del vostro computer) anche se siete in modalità anonima. Vi permette anche di capire meglio il cosiddetto fingerprint (la propria impronta digitale sul web), ad esempio potete inserire una firma e vedere come questa rimarrà in continuazione continuando a riconoscervi anche se chiudete il browser o se accedete in modalità privata. Questo perché, e lo ripetiamo in continuazione, la modalità in incognito serve solo a non salvare i cookie e la cronologia. A nient’altro: non siete invisibili e i siti (e le pubblicità) posso benissimo riconoscervi con semplicità.

LocateJS

Il secondo test proposto dallo sviluppatore vuole invece farci capire come la nostra localizzazione non dipende solo dal nostro IP come le VPN commerciali vogliono generalmente farci credere.

Cosa è l’indirizzo IP?

Cerchiamo di spiegarlo nella maniera più semplice possibile: l’indirizzo IP è una serie di numeri che possono essere associati al vostro dispositivo. Ogni volta che vi collegate ad internet vi viene assegnato “un indirizzo”, anche se non lo sapete, e lo utilizzate per navigare. È uno dei metodi che si possono utilizzare per identificare una persona su internet.

L’IP infatti è solo uno dei tanti modi per intuire la nostra provenienza. LocateJS tenterà di indovinare la vostra posizione (e la vostra nazionalità) utilizzando diversi mezzi a sua disposizione. Provatelo con una VPN e vi sorprenderà scoprire che, nonostante pensiate di star nascondendo la vostra provenienza, il tool potrebbe riuscire comunque a capire la nazione dalla quale siete davvero collegati.

Questo perché oltre all’indirizzo IP il tool utilizza altri strumenti come ad esempio il vostro fuso orario e la vostra lingua di sistema per intuire la vostra provenienza. Associa poi questi dati al vostro indirizzo IP e in base a questi cercherà di indovinare da dove vi collegate con una percentuale di probabilità.

Speriamo dunque che i test vi siano piaciuti e, come sempre, se avete qualsiasi domanda o dubbio potete trovarci un po’ ovunque, ma generalmente le risposte più veloci arrivano su Telegram o su Matrix.

Se ti piace il nostro lavoro da oggi puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy