ABBIAMO ANCHE UN NOSTRO SUBREDDIT 👽, MA PREFERIAMO FEDDIT

Quale browser utilizzare?

Aggiornato il: 30 Marzo, 2022

Eccoci con un articolo differente dal solito, per la prima volta infatti vi presentiamo un articolo interattivo! Questo articolo vuole aiutare tutte le persone in difficoltà nella scelta del proprio browserBrowser Ultimamente, con Google che fa di tutto e di più, c’è un po’ di confusione. Il browser è il programma che utilizzate per navigare su internet. Può essere Google ChromeFirefoxBraveEdgeSafariDuckDuckGo Browser e via dicendo. Il motore di ricerca è un’altra cosa. e che si chiedono quale browser dovrei utilizzare?

Vi lasciamo subito con la tabella interattiva, più sotto se ne siete interessati trovare un po’ di informazioni utili e spieghiamo anche come i vari criteri sono stati pensati e selezionati.

Quale browser utilizzare?

Clicca sulle varie opzioni per selezionare i browser che fanno parte di quella categoria.

■ Desktop (Windows, Linux, macOS)

■ Android

■ iOS

Come avete visto abbiamo voluto creare questa semplice tabella riassuntiva per aiutarvi il più possibile nella scelta del browser da utilizzare. Tenete conto che la lista è fatta manualmente e tutti i browser sono stati controllati uno ad uno ma: possiamo esserci sbagliati e in questo caso per favore segnalatecelo, soprattutto per quel che riguarda macOS e iOS non essendo sempre possibile testarli. Inoltre qualcosa può cambiare qualcosa da quando esce l’articolo a quando voi lo leggete.

Dunque, come sempre accade con i test online, prendeteli sempre con le pinze e come un semplice aiuto e non l’unica vostra fonte di informazione e scelta.

Perché alcuni browser non sono stati aggiunti?

Come mai alcuni compaiono solo nella loro versione per desktop e non per quella Android e viceversa?

È stato necessario prendere una scelta su quali browser inserire. Intanto sono stati esclusi quelli di grandi aziende monopolistiche come Chrome, Edge e simili. Altri invece, come ad esempio Opera e Vivaldi, sono stati inseriti nonostante non siano al 100% open source ma quantomeno offrono, nella loro versione desktop, qualcosa di davvero extra e soprattutto unico rispetto agli altri. Vivaldi per Android, invece, non ha nulla di particolarmente differente e per questo è stato lasciato fuori per ora.

Se pensate che ci sia qualche voce da aggiungere, modificare o togliere come sempre vi chiediamo di farcelo sapere!

Come sono stati scelti i criteri?

Abbiamo osservato per mesi quello che veniva più richiesto nel gruppo Telegram e nella stanza Matrix. Ci siamo appuntati le varie domande ricevute e le varie discussioni. E abbiamo cercato di vedere quali sono le maggiori esigenze quando si va alla ricerca di un browser. Quale browser scegliere vuole essere un punto di partenza per scegliere il proprio browser preferito in base a determinati presupposti. Ecco quali abbiamo selezionato ed ecco anche una breve descrizione delle singole voci:

  • 100% open source, il codice sorgenteSource code È lo scheletro del programma. È il testo del programma scritto in un linguaggio di programmazione qualunque. Per questo è importante che sia libero ed accessibile a tutti: perché tutti possano controllare cosa c’è scritto dentro. Vorreste abitare in una casa dove l’architetto non vi ha fatto vedere il progetto (e non vuole farlo vedere a nessuno!) ma vi ha detto soltanto: “fidati, so quel che faccio”? del browser è a codice aperto;
  • Windows, macOS, Linux, Android e iOS sono ovviamente le disponibilità per i vari sistemi operativi;
  • F-Droid, è stato deciso di aggiungere questa voce solo per i browser che sono disponibili sullo store ufficiale di F-Droid. Lo store ufficiale di F-Droid ha dei criteri che gli altri repositoryRepository È il posto dove il progetto open source appoggia il codice sorgente e dove è presente tutta la cronologia, la storia e l'evoluzione del progetto. Alcuni hosting di repository sono GitHub, GitLab, Gitea e Codeberg. potrebbero non avere e dunque ci sembra importante segnalare solo quelli che sono presenti in quello ufficiale;
  • adBlock integrato, come potete intuire in questo caso vengono selezionati solamente i browser che hanno un qualche sistema di protezione dalla pubblicità.

Telemetria sì, telemetria no, telemetria forse

  • No telemetria, qui abbiamo voluto inserire i browser che non hanno alcun tipo di telemetria. La telemetria, in questo caso, sono le statistiche di utilizzo spesso anonime.
  • telemetria disattivabile; in alcuni casi, come ad esempio potete vedere negli screenshot in alto, la telemetria è facilmente (chi più, chi meno) disattivabile. DuckDuckGo Browser, invece, sembra connettersi spesso a improving.duckduckgo.com e non c’è modo di evitarlo;
  • sync preferiti, è per i browser che permettono la sincronizzazione dei preferiti (e spesso anche di altro);
  • password manager, identifica i browser che permettono di salvare le password con un minimo di gestione;
  • blocca script con un click, è per identificare i browser che permettono il blocco degli script senza troppa fatica generalmente, appunto, con un semplice click.

Alcune caratteristiche extra ed uniche interessanti

  • Visitare siti .onion, browser che permettono l’accesso ai siti con suffisso .onion (Guida all’utilizzo di Tor Browser);
  • protocollo IPFS, browser che permettono l’accesso a questo nuovo protocollo di comunicazione peer-to-peer;
  • VPN, chi ha una VPN integrata (anche se come sapete vi consigliamo, piuttosto, di usare ProtonVPN);
  • client email, esistono browser che hanno client email integrati, è una funzione che può tornare utile a molti;
  • criptomonete, browser che integrano in qualche modo le criptomonete, portafogli di criptovalute o che hanno una loro criptomoneta.

Motore di rendering

Questa è forse la parte più tecnica della lista, che è anche il motivo per cui abbiamo deciso di lasciare questa scelta alla fine. Il motore di rendering dei browser è, per farvi capire, lo “scheletro” del browser.

  • Blink è quello creato di Google dal quale poi vengono creati tutti i browser Chromium (quelli più conosciuti sono ad esempio Chrome ed Edge). Su Android quello preinstallato è basato anch’esso su Blink e si chiama WebView 1;
  • esiste poi il motore di Firefox, chiamato Gecko e per Android il corrispettivo GeckoView;
  • per quanto riguarda Apple invece su tutti i suoi smartphone è obbligatorio utilizzare il motore di rendering di Apple chiamato WebKit 2;
  • esiste infine anche Goanna, un forkFork È lo spin-off di un codice sorgente. In pratica è quando un progetto parte da un codice sorgente per prendere un’altra strada, per qualsiasi tipo di motivo. (cos'è un fork?) indipendente di Gecko che viene utilizzato solo da Pale Moon e Basilisk.

È tutto. Ora sarete sicuramente in grado di scoprire quale browser utilizzare o quantomeno quello più adatto alle vostre esigenze e il più vicino ai vostri principi!

Concludiamo dicendo che speriamo questa tipologia di tabella interattiva sia piaciuta perché, in tal caso, possiamo riproporla anche per altre alternative come ad esempio quelle per Gmail o WhatsApp.

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

  1. WebView for Android[]
  2. 2.5.6 Apps that browse the web must use the appropriate WebKit framework and WebKit Javascript[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

TRE ARTICOLI RANDOM