SEGUICI ANCHE SU MASTODON 🐘

Alternative a Linktree

Aggiornato il: 16 Maggio, 2022

Una delle necessità che si è creata su alcuni social network (primo fra tutti Instagram) è riuscire ad avere un posto dove racchiudere tutti i link personali associati alla propria figura o al proprio servizio/sito web. Linktree è un servizio che probabilmente chi non frequenta i social network mainstream non conosce, ma è diventato praticamente l’unico modo per inserire link su Instagram, tanto da farlo diventare un gigante da 1,3 miliardi 1. Andiamo quindi alla ricerca di alternative a Linktree!

Cercare alternative è, per noi, sempre una buona scusa per scoprire servizi nuovi e per non rimanere imprigionati in un unico ambiente (che oggi ci piace e che domani chissà cosa potrebbe diventare). Linktree all’interno delle sue pagine ha anche diverse connessioni a siti terzi come ad esempio l’immancabile Google.

A inizio 2022 ha avuto qualche problema con i cosiddetti sex workers (lavoratori/lavoratrici del sesso) 2 più o meno risolto con una nota che recita così: “Secondo le politiche della nostra azienda, Linktree ha vietato un piccolo numero di account che derivavano dalla condivisione di un URL che violava gli standard della community condividendo annunci pubblicitari per la vendita di servizi sessuali nella vita reale. Il nostro team Trust & Safety identifica, contrassegna e vieta gli account che vanno contro i nostri standard della comunità. È importante notare che una volta che si scopre che queste violazioni violano anche la legge, è necessario agire rapidamente per proteggere la nostra comunità“.

Al di là di questo comunque è sempre una buona idea avere un’alternativa a portata di mano.

Ma cos’è esattamente Linktree?

Come dicevamo è in realtà una cosa semplicissima (e anche per questo ci ha meravigliati trovare così poche alternative): è una singola pagina web con dentro dei link. Tutto qui. È una sorta di biglietto da visita con dentro un po’ quello che vogliamo: i link agli ultimi articoli/concerti e, in fondo, onnipresenti i link ai social network. Per farvi capire meglio ecco un esempio concreto: questa è la pagina di Katy Perry.

Quali alternative a Linktree?

Finita la premessa veniamo a noi. Abbiamo cercato alternative a Linktree vere e proprie e abbiamo anche immaginato a metodi alternativi per simulare l’effetto Linktree.

Singlelink

open sourceOpen source Open source vuol dire che il codice sorgente è accessibile a tutti e chiunque può vedere cosa c’è dentro. Leggi anche Software Libero.

Un’alternativa interessante e ancora in fase iniziale: non è ancora infatti stato definito un prezzo e per ora è tutto gratuito (ma da quanto si capisce non lo sarà per sempre). Le impostazioni sono molte ed è possibile anche avere delle accurate statistiche ma, cosa ancora più importante, è possibile anche disattivare le statistiche abilitando la “privacy mode” nelle impostazioni. È semplice da utilizzare e molto personalizzabile: è possibile scaricare dei temi dal Marketplace e abilitarli in pochi click. Ecco un esempio di cosa siamo riusciti a fare in pochissimi secondi: https://app.singlelink.co/u/lealternative. Singlelink è, infine, anche un progetto open source 3.

PeachPay

Questo è un servizio molto carino, soprattutto graficamente, e interessante. Come altre alternative vi permetterà di creare delle pagine con link ma è pensato soprattutto per ricevere donazioni o vendere prodotti. Le pagine create contengono purtroppo, una miriade di collegamenti esterni (tra cui anche a Google). Attualmente è gratuito 4 quindi non è del tutto chiaro come pensano di mantenere la baracca. Questa è la nostra pagina creata in pochi secondi: https://www.peachpay.me/lealternative.

WordPress

open source

Se state utilizzando già un sito WordPress allora potreste creare una semplice pagina statica con i pulsanti predefiniti di WordPress e poi cambiarne i CSS con relativa semplicità. Noi avevamo fatto qualcosa di simile (ora non è più in manutenzione) con questa pagina: https://www.lealternative.net/linkbio/ (da guardare principalmente da smartphone). Con un po’ di pratica si possono creare pagine carine, inoltre potete usare il vostro dominio personale senza rimandare a siti terzi le persone. Con un po’ di pratica potete anche sfruttare il dominio di terzo livello e fare qualcosa come: linkbio.nomedelvostrosito.it.

Grazie ad un vostro suggerimento 5, se utilizzate WordPress vi proponiamo questo plugin chiamato Linky che vi permetterà di gestire facilmente pagine del tutto simili a Linktree.

Codeberg Page

open source

Questa è un’opzione leggermente più complessa ma alla portata di chiunque mastichi un pochettino di HTML. Grazie a CodebergGit Git è un software creato da Linus Torvalds (si, quello di Linux). È il metodo che hanno i programmatori per far “parlare” tra di loro i codici sorgente. È, in sostanza, un software che permette di interagire e di apportare modifiche ai codici sorgenti. Github (che è di Microsoft) e Gitlab non sono altro che degli hosting per questi progetti. (un’alternativa a GitHub) potete creare delle pagine statiche e metterle online automaticamente su una pagina Codeberg. Il dominio potrà essere di terzo livello (vostrousername.codeberg.page) oppure un vostro dominio vero e proprio. Per esempio il nostro lista.lealternative.net ha il codice sorgenteSource code È lo scheletro del programma. È il testo del programma scritto in un linguaggio di programmazione qualunque. Per questo è importante che sia libero ed accessibile a tutti: perché tutti possano controllare cosa c’è scritto dentro. Vorreste abitare in una casa dove l’architetto non vi ha fatto vedere il progetto (e non vuole farlo vedere a nessuno!) ma vi ha detto soltanto: “fidati, so quel che faccio”? appoggiato su Codeberg 6 e funziona esattamente in questo modo. Potete fare lo stesso ma con una vostra “pagina bio” sfruttando per esempio i template gratuiti di HTML5 UP!

Carrd

Una nuova alternativa che ci avete segnalato su Telegram 7. Sembra molto interessante e le grafiche sono tante e tutte molto diverse tra di loro. È sicuramente più completo e più personalizzabile rispetto a Linktree. È principalmente gratuito (qui la nostra pagina d’esempio), alcune opzioni extra, come l’utilizzo di un dominio personale, si possono sbloccare solamente pagando (19$ l’anno). Vengono purtroppo effettuate connessioni a Google sulla pagina creata.

Owl Link

Se siete degli appassionati del cosiddetto web3 (noi preferiamo il web0) allora non potete lasciarvi sfuggire Owl Link. Vi permette di sfruttare il vostro dominio .btc che sarà accessibile da qualunque browserBrowser Ultimamente, con Google che fa di tutto e di più, c’è un po’ di confusione. Il browser è il programma che utilizzate per navigare su internet. Può essere Google ChromeFirefoxBraveEdgeSafariDuckDuckGo Browser e via dicendo. Il motore di ricerca è un’altra cosa. attraverso il link: owl.link/owllink.btc.

Altre alternative

Un’altra ottima soluzione, dedicata solamente però alle persone con maggiori conoscenze informatiche, è Ulink: un generatore open source di pagine con link. Tuttavia non esiste ancora (e forse non esisterà mai) un servizio pronto all’uso per tutti.

Sullo stesso genere (sempre da self-hostare quindi) c’è anche l’ottimo LitteLink.

Lynx è altra bella alternativa da self-hostare che ci avete suggerito nei commenti.

Ci avete segnalato un altro metodo per creare pagine personalizzate di questo genere: attraverso servizi come Rentry.co (che permette anche di personalizzare l’URL) o Telegraph. Sono alternative molto meno belle graficamente ma possono tornare utili se vi servono solo per raccogliere alcune informazioni su di voi.

Ultima citazione d’obbligo: ZipLinks. Creato da un/a italiano/a è stato purtroppo abbandonato a sé stesso. Non provate ad andare sul sito linkato nella pagina GitHubGit Git è un software creato da Linus Torvalds (si, quello di Linux). È il metodo che hanno i programmatori per far “parlare” tra di loro i codici sorgente. È, in sostanza, un software che permette di interagire e di apportare modifiche ai codici sorgenti. Github (che è di Microsoft) e Gitlab non sono altro che degli hosting per questi progetti. (ziplinks(.)me) perché è stato preso da società pubblicitarie e non è un sito sicuro. Tuttavia il progetto era molto carino, lo abbiamo anche usato e finanziato (con piccole donazioni) per un periodo ma poi non ci sono più stati aggiornamenti di alcun tipo. Visto che la licenza è libera (MIT) 8 se qualcuno o qualcuna vuole provare a metterci mano secondo noi era un bel progetto.


Conoscete o utilizzate alternative a Linktree diverse da quelle segnalate nell’articolo? Vi aspettiamo su Telegram o su Feddit!

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

  1. L’albero di Linktree adesso vale 1,3 miliardi di dollari[]
  2. Sex workers are being booted off the ‘link in bio’ platform, Linktree[]
  3. Singlelink su GitHub[]
  4. PeachPay services are temporarily being offered free of charge.[]
  5. Suggerimento su Telegram[]
  6. Codice sorgente su Codeberg di À la carte[]
  7. Segnalazione su Telegram[]
  8. Licenza ZipLinks[]

Se ti piace il nostro lavoro puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

1 commento

I commenti sono chiusi.

TRE ARTICOLI RANDOM