ABBIAMO ANCHE UN NOSTRO SUBREDDIT 👽, MA PREFERIAMO FEDDIT

Cos’è successo a ProtonMail?

Un paio di giorni fa ProtonMail ha totalmente cambiato le proprie grafiche, i propri loghi e tutti i loro stili. Chi ci segue su Feddit o su Telegram era già stato preavvisato di questa novità, ma altri potrebbero domandarsi: aiuto, cos’è successo a ProtonMail?!

ProtonMail, anzi, da oggi sarebbe meglio dire solamente Proton, ha deciso di cambiare totalmente il proprio look. Ma i cambiamenti non sono solamente estetici, c’è qualcosa di più profondo in quello che hanno fatto e volevamo raccontarlo così da aiutare anche chi è rimasto forse un po’ spaesato e non c’ha capito troppo.

Cos’è successo a ProtonMail? Cosa cambia ora?

I nuovi loghi ProtonMail
I nuovi loghi ProtonMail

Innanzitutto, come detto, cambia tutta la grafica. Dai loghi ai colori, ora c’è del violetto un po’ ovunque. Ma attenzione perché il cambiamento non è solo prettamente estetico. Hanno deciso di non voler più essere identificati come ProtonMail ma hanno creato un intero ecosistema dietro il marchio Proton. L’azienda sarà dunque Proton e i vari prodotti saranno ProtonMail, ProtonDrive, ProtonCalendar e ProtonVPN. Il tutto sarà accessibile dal nuovissimo sito proton.me.

Hanno poi cambiato radicalmente tutti i piani di pagamento principalmente eliminando la possibilità di registrarsi per utilizzare solamente ProtonVPN. È un cambiamento molto importante perché incide anche sui prezzi e sui vari pacchetti a disposizione. Se prima c’erano tanti piccoli prezzi per ogni cosa in più che si voleva avere, soprattutto per quanto riguarda le mail, ora è necessario scegliere solo tra tre pacchetti (più altri due per gli utenti Business).

Anzi, in realtà la scelta reale è tra due pacchetti perché il primo è quello gratuito, l’unico che non è cambiato. Nella versione gratuita infatti si continuerà ad avere fino 1GB di spazio e una versione base di ProtonVPN, ProtonCalendar e di ProtonDrive.

I nuovi pacchetti creati

La parte interessante arriva dunque con i nuovi pacchetti a pagamento:

  • Mail Plus, da 3.49€ al mese (se si sceglie il vincolo di due anni) che vi permetterà di utilizzare 10 email, 1 dominio personalizzato, 15GB di spazio da condividere con ProtonDrive, ProtonCalendar e ProtonVPN in versione limitata.
  • Proton Unlimited, da 7.99€ al mese (con vincolo di due anni) che vi permetterà di avere tutto quello che offre Proton: 500GB di spazio validi anche per ProtonDrive, 15 indirizzi email, 3 domini personalizzati, ProtonCalendar e anche ProtonVPN in versione premium con tutte le funzionalità extra attivate (P2P, Streaming, 1700 server da poter utilizzare, Secure Core servers (per avere maggiore privacy), Tor over VPN (per utilizzare Tor) e NetShield malware and ad-blocker (per bloccare virus e pubblicità).

I nuovi pacchetti business invece sono così composti:

  • Mail Essentials, da 6.49€ al mese per utente (con vincolo di due anni), 3 domini personalizzati, 10 email e 15GB di spazio per utente. ProtonDrive, ProtonCalendar e ProtonVPN in versione limitata.
  • Business, da 9.99€ al mese per utente (con vincolo di due anni) che permette di avere 15 email per utente e fino a 10 domini personalizzati. Inoltre è possibile utilizzare in maniera completa anche tutti gli altri prodotti di casa Proton come ProtonDrive, ProtonCalendar e ProtonVPN.

I piani precedenti

Una delle mosse che più hanno stupito è l’essere riusciti a rimodulare tutti i piani degli abbonati precedenti al rialzo. Per spiegarci meglio: chi era abbonato a qualsiasi servizio di Proton non ci ha perso nulla e, anzi, è stato passato a un piano successivo mantenendo il costo precedentemente concordato per sempre. Una scelta che si vede raramente: le rimodulazioni hanno quasi sempre una ricaduta negativa nei confronti dei vecchi abbonati in favore dei nuovi arrivati.

In questo caso invece chiunque avesse avuto un piano a pagamento si è ritrovato con qualcosa in più allo stesso prezzo del precedente. Chi aveva sottoscritto un piano ProtonVPN ora si ritrova con 500GB di ProtonDrive e anche con delle mail da poter utilizzare, per esempio.

Ma non è tutto rose e fiori

Come tradizione vuole questi cambiamenti si portano dietro anche una serie di lamentele, più o meno giustificate. Sul subreddit r/protonmail ci sono infatti molte persone che si lamentano della nuova grafica: troppo pacchiana, troppo moderna, troppo viola etc. C’è anche a chi manca il monte Cervino 1, segno distintivo di ProtonMail fino a qualche giorno fa.

Altre critiche invece, un po’ più pratiche, riguardano l’aver messo troppi pochi piani oppure l’essersi totalmente dimenticati delle famiglie creando solo account Business e nessun Family Plan.

Altri ancora lamentano il fatto che nonostante tutti questi cambiamenti alcune cose sono rimaste vecchie: non esiste ancora un’app per ProtonCalendar su iOS, non è ancora possibile usare ProtonMail su Android senza i servizi di Google.


Voi cosa ne pensate? Avete un’opinione in merito? Vi aspettiamo su Feddit, la nostra alternativa a Reddit, per parlarne!

Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un'alternativa italiana e decentralizzata a Reddit gestita da noi: clicca qui!

  1. Bring back the Matterhorn please![]

Se ti piace il nostro lavoro da oggi puoi anche donare grazie!

Aiutaci a condividere privacy

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web LeAlternative

Novità!

Da oggi puoi seguire e soprattutto commentare Le Alternative sul fediverso! Se hai un account Mastodon, Pleroma, Friendica, Hubzilla, PixelFed, SocialHome, Misskey puoi seguire l'autore skariko cercando @skariko@www.lealternative.net.

Dopo averlo seguito potrai trovare i post (non quelli precedenti alla tua iscrizione) e commentarli. Il commento che farai si vedrà automaticamente anche qui permettendo così una grande e bellissima condivisione anche con il fediverso.

TRE ARTICOLI RANDOM