Articolo creato il: 17 Maggio 2023

Filen

Attenzione: questo post è stato creato 11 mesi fa

Difficoltà: ◉○○○

Filen, caratteristiche principali

server in Germania
per Android
per iPhone
per Windows, Linux e macOS
accessibile da Browser
Open source
Crittografia zero-knowledge
possibilità di sincronizzare cartelle, documenti e foto
molto veloce e con pochi bug
nessun audit pubblicato
molto economico e con un piano gratuito generoso
accettano criptovalute

Oggi vorremmo parlarvi di Filen, un cloud storage molto interessante e del quale abbiamo già accennato nel nostro articolo dedicato alle alternative a Google Drive. Parliamo di un cloud con Crittografia zero-knowledge, dunque dove i file non sono in alcun modo accessibili né analizzabili, con server in Germania e che ha fatto dei passi davvero da gigante in pochissimi anni.

L’azienda nasce infatti nel 2020 in Germania e in poco tempo ha realizzato un’applicazione che rende l’esperienza di utilizzo davvero pratica e confortevole. Le applicazioni vengono aggiornate con regolare costanza insieme a degli annunci sul loro blog.

Filen, un cloud economico e con Crittografia zero-knowledge

Abbiamo utilizzato Filen per diversi mesi come cloud principale prima di scrivere questa recensione, anche grazie a questa esperienza sappiamo bene o male quali sono i punti critici e i punti a suo favore che più ci hanno colpito. Per esempio la loro applicazione via web e quella su Android sono particolarmente efficienti e veloci. Il caricamento iniziale di qualche GB con migliaia di file e cartelle è stato fatto tramite Browser ed è stato letteralmente indolore. Nessun file è andato perduto, non abbiamo ricevuto nessun errore e in poco tempo avevamo tutti i nostri file sul loro cloud.

L’applicazione desktop

Filen su desktop, foto sito ufficiale

Per desktop esiste un’applicazione che vi permetterà di sincronizzare e di fare dei backup di cartelle. Non potrete visualizzare i file all’interno dell’applicazione né poter vedere i file nel vostro file explorer. L’applicazione per desktop serve esclusivamente a fare backup o sincronizzazione di cartelle.

L’applicazione per smartphone

Per quanto riguarda invece lo smartphone abbiamo avuto la possibilità di provarlo solamente su un Android (anche degooglizzato con GrapheneOS). L’applicazione funziona bene, è veloce e permette di visualizzare all’interno dell’app le immagini. Per la visualizzazione invece di video, PDF o altri documenti è necessario utilizzare applicazioni terze. In questo dunque c’è sicuramente ancora molto da lavorare.

L’applicazione però è piena di impostazioni, alcune anche molto interessanti. Per esempio è possibile impostare l’upload automatico delle foto e dei video fatti dal nostro smartphone così da avere sempre un pratico backup (anche se per le foto noi preferiamo decisamente Ente). È possibile cambiare il tema e permettere il caricamento solo tramite Wi-Fi. Si può bloccare l’applicazione tramite PIN oppure tramite autenticazione biometrica e si può decidere dopo quanto tempo questo deve avvenire (massimo un’ora).

Decine di impostazioni per l’app su smarphone

Una cosa molto bella, secondo noi, e che si è vista raramente è la possibilità di nascondere le anteprime, i nomi dei file o la dimensione dei file e delle cartelle. Una bella impostazione di privacy che non ci risulta presente in altre applicazioni ma che può tornare utile in alcune situazione dove magari dovete tirare fuori lo smartphone, e il vostro cloud, ma non volete che qualcuno si impicci troppo negli affari vostri.

L’upload risulta veloce e nel nostro utilizzo è filato sempre tutto liscio. I bug non sono molti, o almeno nel nostro utilizzo quotidiano non ne abbiamo incontrati di particolarmente invalidanti. Abbiamo notato che il blocco tramite autenticazione biometrica purtroppo non funziona benissimo e spesso e volentieri si incanta obbligandoci a chiudere l’applicazione e a riaprirla. Ha sicuramente bisogno di qualche sistemazione ma non è un bug particolarmente fastidioso a meno che non dobbiate aprire l’applicazione in continuazione.

L’applicazione per Browser

Per potere i propri file oltre allo smartphone c’è solamente il Browser. Anche qui sembra sia stato fatto davvero un buon lavoro soprattutto con il recente restyling grafico. Da qui è possibile gestire tutto il proprio account Filen: email, password, linguaggio, avatar e via dicendo.

Si possono colorare le cartelle (che verranno colorate anche nell’applicazione) e si può ripristinare una vecchia versione di un file. Quando sovrascrivete un file, infatti, quello vecchio non verrà cancellato ma sarà tenuto in memoria per poi poter essere ripristinato in seguito. Una bella opzione che però secondo noi dovrebbe essere facoltativa e non obbligatoria.

A differenza dell’applicazione per smartphone qui è possibile aprire direttamente da Browser sia PDF che video, oltre che naturalmente le immagini. Per il resto non abbiamo trovato molti difetti, il caricamento anche qui è fluido e veloce. Ogni mese abbiamo provato a scaricare tutto (circa 10GB) e viene fatto senza problemi né particolarmente lentezze.

Conclusioni su Filen

Come avrete intuito ci sembra un cloud con potenzialità enormi ma che si porta dietro ancora qualche difetto di gioventù. L’azienda non è troppo trasparente e non chiaro quanta gente ci lavori né se il loro sistema di abbonamento Lifetime sia effettivamente sostenibile.

La pecca più grande di Filen, secondo noi, è il non aver ancora portato alcun documento che attesti che si tratta di un servizio sicuro. Nessun audit di sicurezza è stato pubblicato nonostante sia stato in qualche modo più volte annunciato 1 e questo purtroppo non permette di poterlo utilizzare con sicurezza né con assoluta tranquillità soprattutto per dati estremamente sensibili.

Con una pubblicazione e un certificato ufficiale che il loro sistema è sicuro e davvero a conoscenza zero diventerebbe probabilmente una delle alternative migliori sul mercato.

  1. A Security Audit[]

Unisciti alle comunità




Se hai trovato errori nell'articolo puoi segnalarli cliccando qui, grazie!

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web Le Alternative