GrapheneOS introduce il PIN per l’autodistruzione

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord

GrapheneOS introduce il PIN per l’autodistruzione

Attenzione: questo post è stato creato 1 mese fa

C’è una nuova interessantissima novità per chi utilizza gli smartphone con il sistema operativo di GrapheneOS (qui una nostra recensione). È stato infatti finalmente introdotto il cosiddetto duress code ovvero un codice segreto che, se inserito, procederà all’immediata autodistruzione.

Detta così sembra più una cosa da agenti segreti, lo capiamo bene, ma questa nuova introduzione di GrapheneOS può essere un vero e proprio killer feature per giornalisti e attivisti, soprattutto di questi tempi.

A questo indirizzo potete trovare un video di come funziona, purtroppo è solo su X e non ne abbiamo trovati altri disponibili: https://x.com/tuxpizza/status/1797314703468753342

GrapheneOS introduce il PIN per l’autodistruzione

L’introduzione di questo codice era atteso da tempo e già da diversi mesi gli sviluppatore di GrapheneOS ne parlavano.

Impostarlo e utilizzarlo è semplicissimo. In pratica voi potete utilizzare il vostro smartphone come sempre, senza nessuna differenza. È possibile però impostare un PIN che, se inserito durante la normale richiesta di sblocco dello smartphone, provvederà a rendere illeggibile in maniera irreversibile tutto il contenuto del cellulare e a eliminare anche qualsiasi eSIM presente.

Questa misura di sicurezza non richiede né un riavvio per essere accettata e, soprattutto, non può essere in alcun modo interrotta.

Per impostarla basterà andare in Settings -> Security -> Duress Password.

Quando usarla?

Questo PIN è pensato per essere inserito in occasione di una coercizione ovvero nel momento in cui qualcuno cercherà di obbligarvi a sbloccare lo smartphone.

Dipende quindi moltissimo dal vostro modello di minaccia e proprio per questo motivo abbiamo parlato inizialmente di giornalisti e attivisti.

È possibile infatti che, vista l’indecente repressione degli attivisti climatici e più in generale la sgradevole sensazione di intolleranza a scioperi e proteste, il PIN di autodistruzione di GrapheneOS potrà tornare utile a qualcuno.

Altre novità per GrapheneOS

Questo è sicuramente l’aggiornamento più importante ma questa release ha anche portato un aumento per il limite della propria password (da 64 a 128 caratteri). In un loro post su Twitter viene anche fatto presente che arriverà una sorta di sblocco con autenticazione a due fattori: dopo aver inserito l’impronta digitale potrete inserire anche un PIN per chi non si sente al sicuro nell’utilizzare solo le proprie dita come sblocco per qualsiasi cosa.

Cos’è GrapheneOS?

È un sistema operativo basato su AOSP cioè sulla versione base e Open source di Android. Si può usare solo sugli smartphone Google Pixel ed è incentrata a migliorare la privacy e la sicurezza di chi la utilizza.

Questo tag @lealternative serve a inviare automaticamente questo post su Feddit e permettere a chiunque sul fediverso di commentarlo.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi parlarne su Feddit. Feddit fa parte del Fediverso, interagisci con Mastodon, Friendica o altre realtà del Fediverso!
In alternativa vieni a trovarci su Le Alternative | Forum!

Unisciti alle comunità

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord




Se hai trovato errori nell'articolo puoi segnalarli cliccando qui, grazie!

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web Le Alternative

Pubblicato
Categorie: Notizie