Come funziona Proton Docs

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord

Come funziona Proton Docs

Come promesso nell’articolo precedente, abbiamo provato per qualche giorno Proton Docs per vedere come funziona.

La risposta breve è: funziona bene! È stato fatto davvero un ottimo lavoro, ancora nuovo quindi con qualche funzionalità mancante, ma tutto sommato ci sembra che Proton ne esca più che bene.

Come funziona Proton Docs

Intanto è possibile creare un nuovo documento premendo su Nuovo e poi su Nuovo documento. In alternativa potete modificare direttamente dei file presenti sul vostro drive a patto che siano dei .docx, .txt, .md e .html. In questo caso verrà creata una copia editabile del vostro documento.

Il file sarà dunque editabile online in maniera molto simile a quanto accade con Google Docs o Microsoft 365. È possibile inserire paragrafi differenti (Normal, Title, Heading 1, Heading 2 ed Heading 3) e inserire fino a 8 font. È possibile dare una grandezza predefinita al testo e non sembra per ora possibile darne una personalizzata.

Ci sono i classici grossetto, corsivo, sottolineatura e barrato. È presente anche la possibilità di usare il blocco di codice, le virgolette per i quote, inserire link, immagini o tabelle.

Si può dare un colore sia al testo che allo sfondo del testo per evidenziarlo. Il testo si può allineare a sinistra, in centro, a destra oppure giustificarlo.

Si possono anche inserire tre diverse tipologie di liste: elenco puntato, elenco numerato oppure checklist.

La condivisione e la collaborazione con altri utenti Proton

Una delle parti più interessanti di Proton Docs è la possibilità di condividere i documenti e di collaborare in tempo reale con altri utenti Proton. Tutta la parte della condivisione, a partire dai movimenti del mouse sincronizzati, è crittografata 1. E questa, è bene ricordarlo, è la differenza principale tra Proton Docs e le altre alternative più famose come Google Docs o Microsoft 365.

È possibile condividere il documento premendo in alto a destra su Condividi e inserendo poi la mail della persona con cui volete collaborare. Potrete dargli la possibilità di modificare il documento oppure potrà solamente visualizzarlo. In entrambi i casi la persona dovrà avere un account Proton Drive anche gratuito.

Non è possibile per ora condividerlo come link come è invece possibile fare con qualsiasi altro file presente su Proton Drive.

Altre opzioni di Proton Docs

È possibile vedere la storia delle modifiche fatte sul documento, stamparlo oppure scaricarlo in quattro formato differenti: .docx, .txt, .md e .html.

C’è poi la possibilità di commentare ogni singola parte del documento. I commenti evidenzieranno la parola e si potranno poi vedere tutti sulla destra cliccando sull’icona della chat.

I contro che abbiamo trovato per ora su Proton Docs

Come detto il sistema funziona bene ma è ancora acerbo sotto alcuni punti di vista. Alcuni lati negativi che abbiamo trovato per ora:

  • è possibile editare e salvare solamente nel formato .docx, .txt, .md e .html. Non c’è traccia del formato aperto .odt oppure del pratico formato.pdf. Per quest’ultimo volendo si può fare stampa e poi selezionare .pdf ma non è la stessa cosa perché non sempre vengono visualizzati perfettamente;
  • i documenti si possono condividere esclusivamente con persone che hanno un account Proton Drive e non è possibile inviare un semplice link ad un account esterno anche solo per mostrargli il documento.
  • non c’è modo di editare i documenti dalle applicazioni mobile. La risposta di Proton a questa domanda è: “Hi! You can already see your documents in our mobile apps, so make sure to update to the latest versions. Editing directly from the mobile apps is not supported though, and you’ll be redirected to the web client.2. Non è dunque supportato e speriamo che venga fatto in futuro perché ci sembra una funzionalità quasi fondamentale;
  • per ora è disponibile solo l’editing di documenti, i fogli di calcolo (e speriamo anche altro) dovrebbero arrivare un po’ più avanti 3.

Conclusioni

Come accennato all’inizio ci sembra un buon lavoro con qualche pecca di gioventù. Speriamo dunque che nel corso del tempo questi difetti verranno sistemati e che verranno implementate sempre nuove funzionalità.

Come sappiamo e come è stato detto dalla stessa Proton questo progetto è andato avanti grazie anche all’acquisizione di Standard Notes ed è proprio insieme al loro team che è stato sviluppato Proton Docs.

Alternative a Proton Docs

Ad oggi probabilmente l’alternativa che più si avvicina a Proton Docs è il mitico Cryptpad.

Cryptpad è infatti un’alternativa crittografata che permette di gestire documenti, fogli di calcolo, lavagne, codice e molto altro. È Open source ed è possibile usare, con qualche limitazione sullo spazio disponibile, sia il cloud ufficiale su Cryptpad.fr che lo spazio offerto dai devol su cryptpad.devol.it.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi parlarne su Feddit. Feddit fa parte del Fediverso, interagisci con Mastodon, Friendica o altre realtà del Fediverso!
In alternativa vieni a trovarci su Le Alternative | Forum!

  1. Introducing Docs in Proton Drive[]
  2. Proton Support su X[]
  3. Spreadsheet support is planned for the future[]

Unisciti alle comunità

Logo di Feddit Logo di Flarum Logo di Signal Logo di WhatsApp Logo di Telegram Logo di Matrix Logo di XMPP Logo di Discord




Se hai trovato errori nell'articolo puoi segnalarli cliccando qui, grazie!

Di skariko

Autore ed amministratore del progetto web Le Alternative