Cyberterrorismo, il rischio attentati si sposta sui treni

Server radicali

Messo relativamente in sicurezza il traffico aereo grazie a tecnologie innovative e nuove procedure di controllo, il pericolo di attentati terroristici in grande stile rischia di trasferirsi sui treni. Ed è un rischio ancora di scottante attualità, a oltre quindici anni dalla strage di Madrid, quella dell’11 marzo 2004 quando dieci bombe esplosero in quattro… Continua a leggere Cyberterrorismo, il rischio attentati si sposta sui treni

Smettiamo di regalare i nostri dati personali

Server radicali

Quando parliamo della sorveglianza sui dati personali pensiamo prima di tutto alla Cina, che ha spinto agli estremi l’uso della tecnologia da parte delle forze dell’ordine, oppure a Edward Snowden, che ha rivelato la portata dell’ingerenza dei servizi degli Stati Uniti. Hai domande o qualche commento su questo articolo? Puoi parlarne su Feddit, un’alternativa italiana… Continua a leggere Smettiamo di regalare i nostri dati personali

Unroll.me rovistava un po’ troppo nelle email dei suoi iscritti

Unroll.me – il servizio per annullare da una sola pagina le iscrizioni a diverse newsletter – ha chiuso un contenzioso con la Federal Trade Commission (FTC), l’agenzia governativa degli Stati Uniti che tra le altre cose si occupa di privacy, per la rimozione di una grande quantità di dati personali raccolti dai suoi utenti a… Continua a leggere Unroll.me rovistava un po’ troppo nelle email dei suoi iscritti

Ecco perché non conviene tenere Alexa nella camera da letto

Alexa

Bisogna fare attenzione a quando si fa entrare in casa un dispositivo dotato di un microfono, perché non è detto che si spenga quando noi lo decidiamo. Hannah Fry, una matematica del London College, ha usato l’importante conferenza di Natale della Royal Institution per invitare tutti a non tenere assistenti vocali come Alexa in camera… Continua a leggere Ecco perché non conviene tenere Alexa nella camera da letto

C’è una falla di sicurezza nei processori Intel di ultima generazione

Processore

Ancora un problema di vulnerabilità che esce allo scoperto in questo nefasto 2019 in termini di sicurezza informatica. I protagonisti in questo caso sono alcuni processori Intel di ultima generazione che possono essere soggetti a un bug che va ad esporre l’intero sistema a potenziali attacchi di malintenzionati. Diversi produttori di chip permettono agli utenti di andare a regolare manualmente… Continua a leggere C’è una falla di sicurezza nei processori Intel di ultima generazione

Nel 2019 174 città nel mondo sono state attaccate da ransomware

Alternative a Google Password

A maggio è toccato a Baltimora. Un attacco ransomware ha bloccato in pochi istanti i sistemi informatici della città, mantenendoli congelati per settimane e causando milioni di dollari di danni. Ma la città del Maryland non è sola. Secondo gli esperti di sicurezza di Kaspersky, società russa di sicurezza informatica, nel 2019 sono state attaccate almeno 174 città, coinvolgendo oltre… Continua a leggere Nel 2019 174 città nel mondo sono state attaccate da ransomware

Gioco d’azzardo, violati migliaia di profili. Le regole per difendersi

Server radicali

Avrebbero violato i profili di migliaia di giocatori online di giochi d’azzardo. Due concessionari per il gioco in rete, scrive l’Ansa, sono finiti al centro di una indagine della guardia di finanza di Torino, che sta effettuando perquisizioni in tutta Italia. Nell’operazione sono coinvolte decine di sale scommesse; tre le persone denunciate per accesso abusivo… Continua a leggere Gioco d’azzardo, violati migliaia di profili. Le regole per difendersi

La guerra dei cookie che divide l’Europa

Server radicali

Se il codice della strada fosse stato scritto all’epoca di calessi e carrozze a cavallo, tutti sentiremmo l’urgenza di aggiornarlo al traffico dei giorni nostri, fatto di automobili, furgoni, moto e motorini. E lo stesso, fuor di metafora, sta succedendo con la regole dell’Unione europea per la protezione delle comunicazioni elettroniche. La direttiva oggi in… Continua a leggere La guerra dei cookie che divide l’Europa

Google manipola i suoi algoritmi più di quanto crediamo

Google manipola i suoi algoritmi più di quanto crediamo

Una lunga inchiesta del Wall Street Journal racconta come nel motore di ricerca più usato al mondo ci siano sempre più interventi manuali per organizzare i risultati. Si stima che ogni secondo siano effettuate su Google circa 63mila ricerche. La precisione dei risultati offerti e la praticità con cui si può trovare praticamente qualsiasi cosa… Continua a leggere Google manipola i suoi algoritmi più di quanto crediamo

Exodus, gli affari dietro il malware di Stato che spiava gli italiani

Alternative a Google Chrome

Venduto a procure e servizi segreti, è stato usato per spiare centinaia di cittadini italiani. Ma perché nessuno ha controllato chi lo sviluppava? E perché i dati finivano su un server in Oregon? L’inchiesta. A Cosenza c’è un poliziotto sui generis: Vito Tignanelli. Se da una parte la sua carriera include esperienze di punta nell’antimafia,… Continua a leggere Exodus, gli affari dietro il malware di Stato che spiava gli italiani

Pubblicato
Categorie: Notizie

L’Australia vuole usare il riconoscimento facciale per guardare i porno [EN]

Australia e il porno

The UK might have ditched plans for an age filter on online porn, but Australia is going all-in with a new proposal that could require internet users to verify their identity in a face-matching database before viewing pornography. The proposal comes as Australian lawmakers consider new restrictions around age verification for online porn and gambling… Continua a leggere L’Australia vuole usare il riconoscimento facciale per guardare i porno [EN]

Un algoritmo di Google “monopolizza” il traffico web

Alternative a Google Search

L’algoritmo usato da Google per rendere i suoi siti più veloci rispetto ai concorrenti si comporta in maniera “scorretta” occupando la maggior parte della banda di trasmissione. A stabiliro è lo studio di alcuni ricercatori della Carnegie Mellon University: l’algoritmo Bbr, sviluppato da Big G, gestirebbe il traffico di internet consumando troppa larghezza di banda… Continua a leggere Un algoritmo di Google “monopolizza” il traffico web

7 milioni di account Adobe Creative Cloud violati [EN]

Alternative a Google Password

An open cloud database sets the stage for phishing attacks for users of the subscription service. Nearly 7.5 million Adobe Creative Cloud users are left open to phishing campaigns after their records were left exposed to the internet. Adobe Creative Cloud, which has an estimated 15 million subscribers, is a monthly service that gives users… Continua a leggere 7 milioni di account Adobe Creative Cloud violati [EN]

TRE ARTICOLI RANDOM